Roma, carabinieri sgominano baby gang: in 5 arrestati per rapina

Identificati ed arrestati i cinque componenti di una baby gang che da tempo metteva a segno rapine in serie in un quartiere capitolino, terrorizzando i cittadini

Roma: il fenomeno delle baby gang da tempo sta diffondendosi a macchia d’olio nella Città eterna e nel suo hinterland, ma arrivano anche i primi arresti.

Identificati ed arrestati i cinque componenti di una baby gang che da tempo metteva a segno rapine in serie in un quartiere capitolino, terrorizzando i cittadini

Nella fattispecie sono stati individuati e ammanettati in cinque, due minorenni e tre maggiorenni, per aver seminato il panico a più riprese nella zona di Valle Aurelia e dintorni, con i militari dell’Arma competenti per zona che sono riusciti a fermare le loro azioni criminali, dove non si facevano scrupoli a picchiare le loro vittime e ad essere violenti per ottenere quello che volevano, come nell’ultimo episodio, verificatosi assalendo uno studente di vent’anni.

Nella vicenda specifica, con un modus operandi consolidato, attaccavano accerchiando in strada i malcapitati e, nel pomeriggio di ieri, martedì 23 maggio, hanno scaraventato a terra un loro coetaneo per strappargli di dosso una collanina di valore insieme a soldi e al portafoglio, per poi fuggire.

Alcuni passanti hanno visto tutto e hanno subito avvisato le forze dell’ordine, con i carabinieri competenti che li hanno trovati, essendo sulle loro tracce anche per episodi simili sempre nello stesso quadrante della città e li hanno identificati e arrestati: ora sono tutti indagati per il reato di rapina, mentre la vittima è stata soccorsa e dimessa con una prognosi di una settimana per le lesioni subite.

I tre maggiorenni ne risponderanno davanti al tribunale capitolino di piazzale Clodio, i minorenni a quello competente per chi ancora non ha 18 anni e nel frattempo sono stati portati al centro d’accoglienza di via Virginia Angnelli, mentre i carabinieri in queste ore vogliono vederci chiaro, proseguendo i rilievi per capire se ci siano altri componenti della gang da assicurare alla giustizia.

Proprio nella ultime settimane, ad Ostia, un’altra nutrita baby gang ha creato vari problemi e tafferugli nella zona del centro storico, in particolare a piazza Anco Marzio, litigando in alcuni casi anche con i commercianti, devastando e minacciando questi ultimi e i passanti, e distruggendo i bagni del vicino luna park del Parco Lido.

Se sei interessato ad approfondire queste vicende, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, presenti in questo pezzo, ed accedi agli articoli dedicati.

Come sempre in questi casi ricordiamo che gli indagati sono da ritenere presunti innocenti fino al terzo grado di giudizio e in attesa di una sentenza definitiva di colpevolezza, con le prove che si formeranno eventualmente nel corso del processo.