Roma, rincorre bus con la macchina, sale all’interno e picchia l’autista: la motivazione è surreale

Un 22enne ha rincorso l'autista di un bus Atac in servizio, gli ha sbarrato la strada con la sua macchina e poi lo ha picchiato dopo essere salito a bordo per una motivazione che ha dell'incredibile

Dragona, si presenta dal padre nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato
Immagine di repertorio

Roma: un’aggressione al conducente di un mezzo Atac che per le dinamiche dalla quale è scaturita ha dell’incredibile è avvenuta nella serata di ieri poco dopo le 20.15 di martedì 2 maggio nel quartiere del Tufello.

Un 22enne ha rincorso l’autista di un bus Atac in servizio, gli ha sbarrato la strada con la sua macchina e poi lo ha picchiato dopo essere salito a bordo per una motivazione che ha dell’incredibile

La polizia è dovuta intervenire sul posto, all’altezza di via Antonio De Curtis per via di un 22enne che ha rincorso con la propria macchina un autobus della linea 38 e dopo essersi messo di traverso con il veicolo ed aver bloccato il mezzo di trasporto carico di persone, è salito a bordo e ha dato un cazzotto in testa al conducente, reo, a quanto riferisce l’aggressore agli agenti, di avergli bucato il pallone passandoci sopra con il bus mentre il giovane stava giocando a calcio in strada con alcuni amici.

Innervosito per aver visto di colpo interrotta la sua partitella serale per le strade del quartiere, il ragazzo ha pensato bene di salire al volante della propria macchina, interrompere il servizio e picchiare, assestandogli un pugno, l’autista.

Oltretutto dato che il conducente dell’autobus ha dovuto frenare di colpo per evitare un colossale schianto con l’auto del 22enne, 4 passeggeri che erano all’interno del mezzo della linea 38 sono rimasti feriti cadendo a terra e in ogni caso auto e bus si sarebbero lievemente “toccati” e nella collisione entrambe le vetture avrebbero riportato lievi danni.

Una volta in loco, gli agenti, appresa la versione dei fatti dal guidatore del bus e da quella dell’auto e dopo  aver prestato soccorso ai pendolari feriti, hanno denunciato in stato di libertà il picchiatore per interruzione di servizio e lesioni il giovane, in attesa di approfondire i rilievi anche acquisendo dettagli dai filmati delle telecamere di videosorveglianza del quartiere e ascoltando altri testimoni oculari dei fatti.

Sempre a Roma, lo scorso marzo, vi avevamo raccontato di un’altra interruzione di servizio avvenuta per una lite scaturita su un altro bus Atac della linea 66, all’altezza di viale Regina Margherita.

In quel caso, uno dei due litiganti, dopo aver discusso pesantemente con un altro passeggero, ha poi aspettato la fermata del mezzo pubblico per scendere, distruggere a calci i vetri di una portiera del veicolo e scappare a piedi per non farsi identificare dalle forze dell’ordine.

Se vuoi approfondire questa vicenda, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, poste poco sopra, ed accedi all’articolo dedicato.