Roma, avevano in casa un discount della droga: arrestati grazie all’app youpol

La segnalazione di un utente fatta tramite l'app youpol ha permesso ai poliziotti di localizzare una coppia che aveva in casa un vero e proprio discount della droga

Roma: la polizia di stato durante un pattugliamento con perquisizione domiciliare dei giorni scorsi, avvenuto grazie alla segnalazione di un utente tramite l’app youpol, già altre volte utile per reprimere reati (leggi qui) ha arrestato una coppia che nel proprio appartamento aveva un vero e proprio discount della droga, con un’ingente quantità di stupefacente.

La segnalazione di un utente fatta tramite l’app youpol ha permesso ai poliziotti di localizzare una coppia che aveva in casa un vero e proprio discount della droga

Gli agenti del VIII distretto di Tor Carbone sono intervenuti arrestando entrambi che adesso saranno indagati perchè gravemente sospettati del reato di detenzione e spaccio di droga oltre a quello di resistenza a pubblico ufficiale, dato che, una volta scoperti, hanno reagito aggredendo i poliziotti.

Tramite l’app youpol la polizia è venita a conoscenza che in un appartamento in zona Eur Montagnola, in via dei Georgofili, da tempo andava avanti una fiorente attività di spaccio.

Messisi sulle tracce dei pusher, i poliziotti hanno localizzato lo stabile sospettato ed hanno fatto irruzione nel palazzo.

Lì uno dei due inquilini dell’appartamento, un giovane di 20 anni, è apparso subito nervoso alla vista dell polizia e ha impedito agli operanti di entrare all’interno, aiutato nella resistenza da una ragazza che abitava con lui,

Una volta dentro casa, la polizia ha scoperto un vero e proprio discount della droga con mezzo chilo di hashish già suddiviso in dosi e altri contenitori più piccoli con ecstasy, ketamina e la “wax”, una droga sintetica piuttosto potente, oltre a materiale per il confezionamento e la pesatura e 270 euro in contanti. Tutto sequestrato dalle autorità

I due hanno continuato nella loro condotta aggressiva picchiando e prendendo a calci gli agenti anche quando successivamente sono stati portati per identificazione ed altri approfondimenti negli uffici del commissariato di Tor Carbone, obbligando i poliziotti a venire medicati per le botte subite.

A quel punto dopo poco è scattata la convalida dell’arresto dei due pusher picchiatori e per loro adesso si apriranno le porte del carcere.

canaledieci.it è su Google News: per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.