Autista Atac ferma il bus e soccorre una donna incinta svenuta: scatta l’applauso

L'autista accosta il mezzo per soccorrere una donna al settimo mese di gravidanza. L'Atac ringrazia

Autista Atac lascia istintivamente il volante per soccorrere una donna incinta svenuta su un marciapiede accanto al figlioletto di tre anni, i passeggeri fanno scattare l’applauso. A raccontare l’episodio la stessa municipalizzata dei trasporti capitolina.

L’autista accosta il mezzo per soccorrere una donna al settimo mese di gravidanza. L’Atac ringrazia

Sono le 11.30 di sabato scorso e Walter sta percorrendo via della Pineta Sacchetti alla guida di un bus della linea 980, quando vede in strada una donna incinta accasciarsi davanti al suo bimbo”, riporta una nota.

Il resto è la storia di un piccolo gesto di solidarietà che è servito a rassicurare il bambino e a confortare la donna.

L’autista ferma il bus e scende al volo: l’istinto lo spinge, infatti, subito a intervenire.

Accosta immediatamente, scende dal mezzo e corre verso la signora. Dopo aver contattato il 118 per richiederne l’intervento, Walter presta il primo soccorso alla donna, al settimo mese di gravidanza, e cerca di consolare il bambino di tre anni che, in lacrime, resta vicino alla mamma.

Dopo pochi minuti arriva l’ambulanza con il personale sanitario che soccorre la donna e la porta in ospedale.

Il marito che aveva lasciato per pochi minuti la sua famiglia, si avvicina a Walter e lo ringrazia, mentre scatta l’applauso di passeggeri e passanti che hanno assistito a tutta la scena.

“I nostri migliori auguri alla signora e un grazie al nostro autista per il senso civico che ha dimostrato intervenendo in suo aiuto”, scrive l’Atac.

Il caso di Simona

A ottobre sempre un autista Atac, in questo caso una donna, Simona, mentre era in servizio alla giuda di un bus aveva notato che un gruppo di adolescenti stavo bullizzando  un minorenne ed è intervenuta facendo evitare il peggio (leggi qui).

E’ una mattina dello scorso ottobre. L’autista spera dapprima nell’intervento di qualche passeggero adulto, ma poi si rende conto che è il momento di agire per porre fine alle angherie. Arresta il bus ad una fermata successiva e, con la scusa di controllare la porta posteriore del mezzo, lascia il posto guida per avvicinarsi ai ragazzi.

Si rivolge con dolcezza al giovane spaurito per invitarlo a seguirla. E lo conduce all’interno della cabina guida. Il branco ammutolisce, consapevole, forse, di avere esagerato. Ha ricevuto poi anche le congratulazioni del sindaco.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, agguato ad un bus Atac: lancio di bottiglie e sassi costringono l’autista a fermarsi