Roma, la denuncia: “Minori non accompagnati dormono in caserma della Polizia locale”

La denuncia del Sindacato di Polizia Locale evidenzia la grave carenza di organico e le troppe responsabilità che stanno mandando al collasso i caschi bianchi capitolini

rifiuti ingombranti polizia locale

Roma: un Natale davvero triste e disastroso quello per alcuni minori non accompagnati finiti “al fresco”. Si tratta della vicenda di due minorenni egiziani che è stata portata alla luce da Marco Milani, rappresentante del Sulpl, il Sindacato Unico dei Lavoratori della Polizia Locale, evidenziando come i caschi bianchi capitolini siano gravemente sotto organico e oberati di responsabilità.

La denuncia del Sindacato di Polizia Locale evidenzia la grave carenza di organico e le troppe responsabilità che stanno mandando al collasso i caschi bianchi

In particolare, la coppia di giovanissimi africani alloggia e dorme da giovedì 21 dicembre all’interno della caserma del gruppo di polizia locale in Via Goito, con utilizzo di una pattuglia notturna per fornire loro assistenza.

Tutto questo – spiega il Segretario romano aggiunto Marco Milani – “Evidenzia un’emergenza continua, a causa di un organico ridotto davvero all’osso”.

“Non sarebbe un caso unico spiega Milanidato che un altro minore è provvisoriamente alloggiato da venerdí scorso al gruppo Tiburtino in attesa di essere spostato in una sede più corretta, con interventi di ricollocazione che sempre piú spesso appaiono poco tempestive”.

Milani sottolinea una volta di più le difficoltà vissute da parte del corpo di polizia locale:“Al di lá dell’aspetto umano circa il tipo di assistenza che Roma Capitale sta fornendo a minori in stato di abbandono, facendo trascorrere loro notti e giorni compreso il Natale, in giacigli di fortuna improvvisati nei Comandi di zona, non sembra più rinviabile un forte intervento di riorganizzazione del Corpo”.

Siamo sotto organico di 3mila unitá – rammenta Milani – con un ordinamento risalente al 2008, ai caschi bianchi Romani vengono richieste sempre nuove incombenze, quasi fossero la soluzione con cui affrontare ogni carenza della macchina amministrativa. Nel caso dei minori a via Goito poi, viene sottratta una delle già scarse risorse al territorio, destinando la pattuglia notturna al compito di assistenza sociale”.

Da tutte queste considerazioni, Milani conclude con un appello alle istituzioni per risolvere il problema: “È ora che il Sindaco Gualtieri presti attenzione al problema, con un piano assunzionale coraggioso, un ordinamento professionale al passo con i tempi ed i mutati compiti ed affidandosi a dirigenze capaci.” 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Tolte le pistole d’ordinanza agli agenti della Polizia locale di Roma: ecco perché