Trapper contro trapper, Gallagher denuncia per plagio un americano: “Mi ha copiato la canzone” (VIDEO)

Per trapper romano un collega americano avrebbe copiato la sua Nasty. Aperto fascicolo a piazzale Clodio

Trapper contro trapper. “Gallagher”, il trapper romano famoso tra i giovanissimi per i suoi pezzi e al grande pubblico per le sue bravate, ha appena formalizzato una denuncia a piazzale Clodio contro un collega americano accusandolo di plagio.

Per trapper romano un collega americano avrebbe copiato la sua Nasty. Aperto fascicolo a piazzale Clodio

Gallagher (spalleggiato sui social dai fan) ritiene che un trapper d’oltreoceano abbia copiato un suo testo da due milioni e mezzo di visualizzazioni.

Come Al Bano con Michael Jackson

La stessa accusa che portò nel 1992 Al Bano a denunciare clamorosamente proprio a piazzale Clodio Michael Jackson sostenendo che “Will you be there” fosse un plagio della sua “I cigni di Balaka”.

Una canzone che il cantante pugliese la voce di “Nel sole” aveva composto insieme all’allora direttore di Sette del Corriere della Sera Willy Molco e inciso insieme a Romina Power nel 1987 per l’album “Libertà!”.

Una vicenda giudiziaria andata avanti per una decina di anni e mai del tutto chiarita, anche se la prima nitida vittoria, prima di una serie di ricorsi, l’aveva incassata Al Bano.

Gallagher, all’anagrafe capitolino Gabriele Magi, 28 anni, residente nel cuore dei Parioli, assistito dall’avvocato Gian Maria Nicotera, ha specificato di essere molto seguito sui social network, a partire da Instagram e Youtube e che il 31 luglio 2018 ha pubblicato una canzone sulla piattaforma “Youtube”, dal nome “Nasty”, da 2 milioni e 593 mila visualizzazioni. “Una canzone – sottolinea il trapper romano – regolarmente registrata alla Siae”.

Una testo – a detta di Gallagher – che nell’aprile 2022 il trapper americano J. Cole avrebbe copiato col pezzo “Stick”.

Riteniamo che non si tratti di una mera somiglianza, ma che il ritmo musicale e l’armonia siano stati interamente ed illegittimamente trasposti – ha dichiarato a Canaledieci l’avvocato Gian Maria Nicotera – Sarà il giudice ad accertarlo”.

Il trapper romano ritiene che il suo brano sia caratterizzato da novità ed originalità rispetto a quello americano, oltre ad essere semplicemente precedente.

La parte copiata secondo Gallagher sarebbe proprio la parte “caratterizzante della canzone e non dunque ad una parte qualsiasi”. Accuse che il trapper americano ha respinto subito già nelle prime contestazioni social.

Ecco i due brani, si possono facilmente confrontare, basta cliccare qui: (Nasty di Gallagher) (Stick di J.Cole)

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma: “Ho preso il muro fratellì”. Il trapper 1727 WrldStar distrugge la Jaguar (VIDEO)