Bonus disoccupati 2023, cos’è, a chi spetta, importo e come richiederlo (con e senza Naspi)

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus disoccupati, con e senza Naspi

bonus disoccupati

Cos’è il bonus disoccupati, a quanto ammonta e a chi spetta? Ecco i requisiti e come richiederlo nel 2023, con e senza Naspi. 

Bonus Disoccupati 2023, tutto quello che c’è da sapere: importo, requisiti e come richiederlo

Se è abbastanza chiara la volontà manifestata dal nuovo Governo in carica, ovvero quella di puntare forte sulle politiche di inserimento nel mondo del lavoro invece che proseguire la scia grillina dei sostegni e le agevolazioni economiche, è pur vero che esistono ancora bonus come quello per i disoccupati, che possono essere richiesti.

Il Ministro del Lavoro Calderone, infatti, ha annunciato una riduzione delle misure, ma non tutto verrà cancellato. Ecco cosa possono richiedere i disoccupati.

Bonus disoccupati 2023, senza Naspi

Chi non percepisce la Naspi (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego), ovvero l’indennità di disoccupazione, può ancora richiedere il Reddito di Cittadinanza, se rientra nei requisiti dell’attuale normativa. Dai uno sguardo alle novità introdotte sul RdC per il 2023.

Inoltre, esiste anche la DIS-COLL: spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca con borsa di studio che hanno perso involontariamente l’occupazione e che sono iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata presso l’INPS.

E ancora, per i lavoratori impiegati nel settore agricolo che perdono il lavoro,c’è la disoccupazione agricola.

Bonus disoccupati 2023: i requisiti

Chi è senza lavoro e risulta disoccupato, può richiedere l’ammortizzatore sociale come supporto al reddito, se ne ha i requisiti. Ovviamente le famiglie con un ISEE sotto i 15mila euro ottengono un contributo più alto e più vantaggi.

Ecco i bonus con i relativi requisiti:

  • Bonus animali: possono richiederlo le famiglie con animali domestici con un reddito sotto i 15mila euro annui. Se il reddito non supera i 7mila euro, si ha diritto al doppio contributo, 900 euro annui.
  • Bonus figli: il beneficio economico a favore dei figli è stato ampliato. Tante famiglie, infatti, dal 2023 avranno diritto a un assegno unico molto più alto rispetto al 2022.
  • Bonus asilo: un beneficio economico riconosciuto fino a un massimo di 3mila euro per le famiglie con redditi bassi.
  • Bonus sociale: per contrastare l’aumento delle bollette è stato inserito nel bonus sociale un nuovo requisito ISEE che porta a un reddito massimo di 15mila euro.

Bonus disoccupati 2023: come richiederlo

Per ricevere il Reddito di Cittadinanza, l’assegno unico, e i bonus come quello per l’asilo, va presentata una domanda direttamente all’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale). Per la procedura sono necessari lo SPID, o la Carta d’Identità Elettronica oppure Carta Nazionale dei Servizi. In alternativa i bonus o le agevolazioni possono essere richieste presso i CAF (Centri di Assistenza Fiscale).

Invece per il bonus sociale si tratta di una procedura automatica. Basterà la richiesta del certificato ISEE, che rilascia uno sconto caricato nella fornitura di luce e gas.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.