Roma, tentano la “truffa dello specchietto” ma la vittima non abbocca: denunciati

I truffatori hanno trovato pane per i loro denti con un 56enne che, intuito l'inganno ha subito allertato i carabinieri

truffa-dello-specchietto

Roma: due fratelli romani di 31 e 32 anni nei giorni scorsi hanno tentato di farla franca con la classica “truffa dello specchietto”, ma gli è andata male, malissimo, per la pronta reazione del guidatore che è stato preso di mira dal raggiro, un 56enne.

I truffatori hanno trovato pane per i loro denti con un 56enne che, intuito l’inganno ha subito allertato i carabinieri

I due giovani, anche loro alla guida di un’altra macchina, hanno tentato di ingannarlo, accostando nei pressi della sua macchina, sostentendo che il signore di 56 anni, distrattamente, aveva danneggiato, pur senza volerlo, il loro veicolo, mostrando dei segni sulla carrozzeria, ovviamente fatti dai due truffatori come esca.

Poi è immediatamente, come da copione consumato, è partita la trattativa per il risarcimento del danno che gli impostori volevano fare in nero, in via bonaria, ricevendo denaro contante dal presunto “speronatore”, per fare in modo che, a loro dire, “Non si alzi il costo della polizza, senza mettere in mezzo le assicurazioni”.

Il signore ha reagito mandando via bruscamente la coppia di impostori, avendo intuito che qualcosa non quadrava, e poi ha immediatamente fermato una pattuglia dei carabinieri in transito, raccontandogli nel dettaglio l’accaduto e l’identikit dei truffatori.

Ricevuta la denuncia, i militari si sono messi subito alla ricerca dei due sospettati, che poco dopo sono stati trovati al quartiere Prati.

Sorpresi a bordo della loro utilitaria, sono stati “pizzicati” ed identificati.

Gli operatori hanno contestualmente sequestrato alcuni frammenti di asfalto e diverse strisce di carta vetrata, in un vero e proprio “kit malavitoso” per mettere a segno colpi a ripetizione.

Per i fratelli è scattata la denuncia a piede libero con l’accusa di tentata truffa attuata con lo stratagemma dello specchietto.

A metà novembre scorso vi avevamo raccontato di un’altro episodio simile di tentata truffa dello specchietto in un altro nosro articolo, avvenuto sempre nella Capitale (leggi qui).

Anche il quel caso è stata decisiva la prontezza di spirito della “preda”, una signora di 74 anni che non si è fatta abbindolare dalla ennesima messinscena dei malviventi che volevano soldi cash per sanare il presunto danno alla loro autovettura e anche lei ha chiamato le forze dell’ordine.

Probabilmente i criminali non si aspettavano una reazione simile da parte di una donna di 74 anni, che invece si era saputa difendere perfettamente.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link  digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, arrestato per ripetuta violazione del Daspo urbano: era indiziato per truffa dello specchietto