Roma, scippi ai danni di anziani: due arresti. Un egiziano e un italiano in manette

Diverse episodi di scippi ai danni di anziani sono stati risolti nelle ultime ore dalla polizia di stato

Roma: blitz nel fine settimana contro autori di scippi e tentate rapine ai danni di persone anziane in alcune zone della capitale da parte della polizia. In particolare a Tor Tre Teste, un 28enne è gravemente indiziato per una tentata rapina ed il furto aggravato fatti in rapida sequenza in una farmacia del quartiere, mentre in un altra vicenda a San Giovanni è stato arrestato un 33enne colpito dalla misura della custodia cautelare in carcere sempre per rapina aggravata.

Diverse episodi di scippi ai danni di anziani sono stati risolti nelle ultime ore dalla polizia di stato

Venendo al primo caso, sono intervenuti gli agenti di polizia del V Distretto Prenestino che nei giorni scorsi hanno sorpreso un 28enne che aveva tentato il furto con strappo – scippo – per derubare due persone anziane tutte e due di 83 anni, sempre tra Tor Tre Teste e vie limitrofe. In un primo caso non c’è riuscito, in un altro sì, ma si era dato alla macchia in tutti e due gli episodi, facendo perdere le sue tracce.

Raccolta la descrizione del giovane criminale anche grazie alle testimonianze delle vittime e completato il suo identikit visionando i filmati delle telecamere a circuito chiuso della farmaica, le forze dell’ordine lo hanno rintracciato a casa sua.

La signora vittima dello scippo non ha riportato alcuna conseguenza fisica, mentre quella che ha subito la tentata rapina, spinta e buttata a terra, si è fratturata una rotula del ginocchio ed è stata soccorsa e medicata con una prognosi di 30 giorni.

Prorio l’anziana ferita e infortunata è stata decisiva con un ulteriore riconoscimento fotografico del bruto, che è stato decisivo per stringere il cerchio delle ricerche ai suoi danni.

Per il 28enne sono stati disposti gli arresti domiciliari con obbligo di indossare il braccialetto elettronico.

Giunge infine a termine anche un altro caso riguardante una donna che, nell’ottobre scorso al quartiere San Giovanni, era stata scippata della borsa.

Le indagini, durate mesi e condotte dai poliziotti del VII distretto in coordinamento con la procura di capitolina, hanno identificato un 33enne egiziano, sempre grazie alle telecamere dei negozi dove aveva inoltre fatto acquisti usando carte di credito rubate, oltre ad un video dato alla polizia da parte di un cittadino che lo aveva ripreso mentre fuggiva.

Per il cittadino africano è stata disposta la custodia cautelare in carcere dopo la convalida dell’arresto.

Per tutti gli indagati di questi episodi, come sempre ricordiamo ai lettori che questi ultimi sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Presa la banda del bancomat, ecco come derubavano gli anziani