Roma, per la Metro C in arrivo 2,2 miliardi dal Governo

Imponente stanziamento per il completamento della Metro C dal Governo

metro c

Il completamento della Metro C fino allo stadio Olimpico si farà. Il Governo Meloni ha inserito sul Bilancio di previsione la somma di 2,2 miliardi da spendere a tappe dal prossimo anno fino al 2032.

Imponente stanziamento per il completamento della Metro C dal Governo

Il governo Meloni, dunque, tende una mano alla Capitale facendo proprie le preoccupazioni dei romani che si trascinano dall’epoca della Giunta Raggi, ignorata dal Governo Conte prima e Draghi poi.

Nella manovra di bilancio viene previsto uno stanziamento da 2,2 miliardi di euro spalmato su dieci anni per il completamento della Metro C di Roma, la linea entrata in funzione a tappe a partire dal 2014, composta da 22 fermate che attraversano la zona sud orientale della capitale ma si fermano a San Giovanni. Già pronta la fermata di Amba Aradam e la tratta fino al Colosseo.

La manovra arrivata in Parlamento per l’approvazione prima del 31 dicembre, autorizza una spesa di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024, 2025, di 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2026 e 2027, di 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2028 e 2029, di 500 milioni per ciascuno degli anni 2030 e 2031 e di 450 milioni per l’anno 2032.

Apprezzamento per l’impegno voluto dal ministro per le Infrastrutture, Matteo Salvini e fatto proprio dal Consiglio dei Ministri, è arrivato anche dagli amministratori.L’assessore alla Mobilità di Roma Capitale Eugenio Patanè, secondo quanto riporta Il Messaggero, esprime una posizione ottimistica  e prevede un’accelerazione dei lavori: “I fondi per la Metro C inseriti nella Legge di Bilancio consentiranno alla linea di arrivare fino a Farnesina, e quindi di poter lavorare per i prossimi anni con la certezza dei finanziamenti sulle tratte T2 e T1, e di far penetrare le talpe a Farnesina, in un’area dove non ci sono abitazioni e dove i flussi di traffico sono notevolmente inferiori rispetto a Piazzale Clodio”.

Ora il “boccino” passa alla Giunta Gualtieri: quella del Governo, infatti, è una “partecipazione” al finanziamento che dovrà essere completato dal Comune di Roma.

Pendolari di Metromare e Ferrovia Roma Nord, uniti in tre iniziative di protesta: le date