Cliente sequestrato e accoltellato in casa del pusher: paura a Tor Bella Monaca

La polizia ha arrestato il pusher accoltellatore un 22enne egiziano: ora si cerca il complice

L’acquisto di cocaina in casa di un pusher si è trasformata in un incubo per un trentenne romano: l’uomo è stato sequestrato e mentre cercava di allontanarsi anche accoltellato alle spalle. Ora per il pusher accoltellatore, un 22enne egiziano, si sono aperte le porte del carcere. E’ accaduto qualche giorno fa a Tor Bella Monaca.

La polizia ha arrestato il pusher accoltellatore un 22enne egiziano: ora si cerca il complice

A sottoporre a fermo di polizia giudiziaria il 22enne egiziano gli agenti della Polizia di Stato del VI Distretto Casilino. Le contestazioni: sequestro di persona, lesioni aggravate, ricettazione, detenzione illegale di armi, nonché detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

All’appello ora manca il complice del pusher anche lui in casa nel momento del tentativo di sequestro del cliente, probabilmente allo scopo di sfilare altri soldi oltre il portafogli subito sottratto.

Il provvedimento dell’egiziano è stato convalidato dal Gip presso il Tribunale di Roma su richiesta della locale Procura della Repubblica.

L’attività investigativa è scaturita a seguito di un’aggressione ai danni di un 32enne italiano, il quale lo scorso 13 ottobre si era recato in un appartamento di via dell’Archeologia per acquistare sostanza stupefacente.

I due pusher che lo avevano accolto in casa, però, ad un certo punto, gli avevano impedito di allontanarsi. Nel tentativo di fuggire, il malcapitato veniva aggredito fisicamente e ferito alle spalle con tre fendenti.

Fortunatamente la vittima riusciva a scappare e a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine e di un’ambulanza.

Le tracce di sangue

I successivi accertamenti hanno condotto gli investigatori ad individuare l’appartamento in cui era avvenuta l’aggressione, dove i poliziotti hanno rilevato, infatti, la presenza di numerose tracce ematiche, poi analizzate dalla Polizia Scientifica.

Gli agenti hanno, inoltre, rinvenuto e sequestrato nell’appartamento una catenina d’oro ed un portafoglio sottratti alla vittima durante l’aggressione, una pistola cal.7,65 risultata provento di furto, 46 grammi di hashish, un bilancino elettronico, materiale per il confezionamento delle dosi, un coltello intriso di sostanza stupefacente e 840 euro in banconote di vario taglio.

Convalidato il fermo, il G.I.P. ha applicato nei confronti del 22enne la misura della custodia cautelare in carcere.  Proseguono le indagini per l’individuazione del complice.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Sull’auto una pistola e un carico di cocaina: vita di due ventenni a Roma