Roma, Jeep guidata da 93enne sbanda e finisce all’interno di una gelateria: traffico in tilt

Sono in corso d'opera le indagini per capire le esatte cause per cui la jeep ha perso il controllo

incidente aurelia

Roma: folle incidente questo pomeriggio, poco dopo le 14 del Primo novembre, al Portuense, dove un 93enne che era alla guida di una Jeep per cause ignote ha sbandato con il proprio veicolo ed è praticamente finito all’interno di una gelateria, finendo rovinosamente fuori strada e mandando comprensibilmente in frantumi la vetrina, data la mole del veicolo. Completamente distrutto il locale di via Adolfo Gandiglio.

Sono in corso d’opera le indagini per capire le esatte cause per cui la jeep ha perso il controllo

Grande terrore per gli avventori ed i proprietari dell’esercizio commerciale che si sono visti arrivare un veicolo di tale portata piombare all’interno. Potrebbe essersi trattato di un malore o di un guasto meccanico, sta di fatto che a quanto filtra dalle prime indagini nessuno sembra essersi fatto male.

Arrivati immediatamente  per i rilievi e per spostare la Jeep la polizia locale ha dovuto chiudere la strada per permettere l’intervento operato grazie a una gru dei pompieri, in una rimozione a dir poco difficoltosa.

Adesso si cerca di capire quali possono essere le cause che hanno generato il sinistro.

Poteva finire in tragedia, come invece purtroppo ieri, 31 ottobre, è finita a Marino, con la morte di Matteo De Niro, che chiude con l’ennesimo tragico incidente il sanguinoso mese di ottobre (leggi qui).

I fatti sono avvenuti a Marino, zona Castelli Romani, lo scontro si è verificato nella tarda mattinata di lunedì 31 ottobre, in via dei Laghi. Il devastante sinistro tra un’auto e una moto non ha lasciato scampo a Matteo Di Niro, un 32enne di Grottaferrata. Sbalzato dalla moto è morto praticamente sul colpo.

Sui social è arrivato il commovente  saluto di un amico di De Niro: “Sei stato un amico, un fratello più grande, un valido e prezioso alleato nella professione, una persona con cui ho condiviso tante passioni, come quella per i motori”.

“Purtroppo – continua l’amico – nessuno ti restituirà ai tuoi cari, tuttavia hai avuto la capacità di lasciare in noi tutti il ricordo di una persona speciale, unica. A questo punto spero solo che la giustizia, se esiste, faccia il suo corso e che chi ti ha portato via paghi amaramente, senza nessuna pietà. Un abbraccio, ovunque tu sia”. 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Marino, sinistro tra moto e auto: perde la vita Matteo Di Niro