Spreco energetico nel X Municipio: le luci del deposito Atac accese h24

Spreco energetico nel X Municipio, la richiesta dei cittadini: "Si potrebbe mettere un crepuscolare"

spreco energetico deposito atac acilia

Le luci del deposito dell’Atac di Acilia restano accese giorno e notte con un enorme spreco energetico. Lo segnala S.O.S. Comitato Cittadino in una lettera inviata al presidente del Municipio X Mario Falconi. “Molti cittadini – si legge nel testo – ci hanno segnalato l’assurdità di sentire appelli al risparmio energetico, giusto e doveroso, mentre si hanno strutture pubbliche come il Deposito dell’ATAC di Acilia che hanno le grandi lampade accese giorno e notte con uno spreco enorme di elettricità”.

Spreco energetico nel X Municipio, la richiesta dei cittadini: “Si potrebbe mettere un crepuscolare”

“Si potrebbe mettere un crepuscolare e farlo accendere nelle ore necessarie – prosegue il comitato – ciò vale anche per Scuole e Uffici Pubblici che potrebbero avere lo spegnimento automatico per combattere gli sprechi. I cittadini ci hanno chiesto di sollecitare il Municipio e il Comune per un intervento operativo da far rispettare”.

Spreco energetico quanto spende l’Italia di luce e gas per gli edifici, le scuole e gli impianti pubblici?

A rispondere a questa domanda è una ricerca del Cresme che sottolinea come il Paese spenda 45,2 miliardi di euro ogni anno per consumi termici ed elettrici negli 11,8 milioni di edifici residenziali; 1,3 miliardi nelle 52 mila scuole; 644 milioni nei 13,7 mila edifici pubblici. Interessante notare poi la stretta correlazione evidenziata tra lo stato degli edifici e il loro consumo energetico: in Italia il 49% degli edifici per uffici pubblici ha più di 70 anni, e fra le scuole costruite più di 50 anni fa, il 35% ha il vetro singolo.

Cos’è lo spreco energetico?

Lo spreco deriva dal fatto che molte forme di energia (termoelettrica e geotermoelettrica, nucleare, solare) sono trasformate in calore usato per produrre energia elettrica che viene utilizzata per il riscaldamento: ad ogni passaggio c’è aumento di entropia e perdita di rendimento termodinamico.

La versione di Atac

Con una nota giunta in redazione, Atac ha voluto tranquillizzare i cittadini sulla situazione segnalata dall’utenza, relativamente ai consumi energetici:

Nel deposito di Acilia le luci crepuscolari ci sono e vengono usate – sottolineano – la situazione sul fronte consumi è quindi assolutamente sotto controllo e vogliamo tranquillizzare l’utenza sul fatto che stiamo molto attenti ai nostri consumi. Riteniamo che forse i cittadini si riferiscano ad un evento particolare accaduto di giorno, in quanto per le attività stesse del deposito, la luce nel piazzale deve restare accesa di notte. E’ durante le ore notturne infatti – prosegue la nota – che il lavoro nel deposito addirittura diviene più intenso, per la necessità di spostare i mezzi e pulirli. Va considerato poi che gli autobus che effettuano il servizio alle 5,30 di mattina, sono già in movimento alle 5,00, con il personale che accede nel deposito alle 4,30 del mattino, con la necessità di illuminazione per spostarsi verso il proprio autobus”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Spreco energetico domestico: ecco cosa cambiare per abbassare le bollette

Spreco energetico domestico: ecco cosa cambiare per abbassare le bollette