Roma, maltrattava due donne con appostamenti e messaggi: 40enne in manette

L'uomo era già noto alle forze dell'ordine ed era già stato arrestato e condannato per gli stessi reati perpetrati ai danni delle medesime donne

I carabinieri della Compagnia di Campagnano, nel pomeriggio di ieri, venerdì 12 agosto hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Tivoli su richiesta di questa Procura arrestando un 40enne, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato di atti persecutori e maltrattamenti nei confronti di due donne.

L’uomo era già noto alle forze dell’ordine ed era già stato arrestato e condannato per gli stessi reati perpetrati ai danni delle medesime donne

L’uomo in passato era già stato arrestato e condannato per gli stessi reati nei confronti delle medesime vittime e di un’altra giovane ragazza e non appena scarcerato ha reiterato i comportamenti vessatori e persecutori nei confronti delle donne, in particolare con messaggi intimidatori anche tramite social network. Si è inoltre presentato in più occasioni fuori dall’abitazione di una delle due.

Le ragazze hanno subito negli anni condotte violente che si ripetevano anche in occasione dei permessi d’uscita di cui lo stesso fruiva nel periodo di detenzione in carcere.

Le vittime hanno trovato la forza di denunciare le violenze fisiche e psicologiche subite, permettendo così alla Procura della Repubblica di Tivoli di chiedere ed ottenere un tempestivo provvedimento restrittivo.

L’indagato sarà nuovamente carcerato in attesa di giudizio.

Nel rispetto dei diritti dell’indagato, quest’ultimo è da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Cave di Palestrina, stalker rifiuta il braccialetto elettronico e perseguita l’ex moglie: arrestato