Si ammala di covid: l’Inps lo crede morto e gli toglie la pensione

Disavventura per un pensionato di Ostia: da tre mesi è senza accredito. L’Inps: “Pensavamo fosse morto, dovrà aspettare fino a luglio”

INPS

Amedeo Paglia ha 79 anni vissuti “in prima linea” nel mondo del commercio: è lui, ad esempio, a detenere della formula segreta dei krapfen di Ostia. Certo, tra stent coronarici e pacemaker, gli acciacchi dell’età e della vita frenetica si fanno sentire. Ma mai si sarebbe sentito dire dall’Inps che risulta deceduto.

Disavventura per un pensionato di Ostia: da tre mesi è senza accredito. L’Inps: “Pensavamo fosse morto, dovrà aspettare fino a luglio”

E’ la notizia che si è sentita comunicare allo sportello dell’Inps di via delle Baleniere dove si è rivolto dopo essersi accorto che non gli viene accreditata la pensione. Se non fosse che gli è venuta a mancare la sua unica fonte di reddito, ironico com’è, Amedeo ci avrebbe riso su.  “Con mia moglie – rivela l’indomito pensionato – ce ne siamo resi conto a marzo scorso quando abbiamo notato che non era stata accreditata la mensilità sul conto corrente. Abbiamo pensato a un ritardo e non ci siamo preoccupati”.

Dopo qualche settimana – prosegue Amedeo – abbiamo chiesto informazioni allo sportello dell’Inps di via delle Baleniere a Ostia e ci hanno risposto che avrebbero fatto accertamenti”.

Si ammala di covid: l’Inps lo crede morto e gli toglie la pensione 1
Amedeo Paglia: “Ho dovuto ripresentare all’Inps tutti i miei documenti per dimostrare che sono vivo”

Stamattina – racconta oggi, lunedì 23 maggio – mi è stato rivelato cosa è successo. L’impiegato mi ha detto che risulto deceduto e che per questa ragione la pensione è stata cancellata. Per ripristinarla, mi hanno chiesto di portare certificati di residenza e una dichiarazione di esistenza in vita ma mi hanno anche detto che dovrò pure aspettare del tempo prima che l’accredito venga ripristinato, almeno fino al prossimo mese di luglio”.

Nessuno ha saputo dire in merito a quale “accidente” possa essere stato comunicato il suo decesso. “L’anno scorso – riferisce il pensionato – sono stato ricoverato a lungo in ospedale prima per una slogatura poi per aver contratto il covid durante la degenza (leggi qui). Ho avuto anche un altro ricovero ma chissà chi è stato a comunicare all’Inps, dopo una vita di lavoro ed aver superato gli imprevisti dell’età, di non avere più diritto alla mia pensione”.

Inps scrive a deceduto per comunicargli decadenza della pensione per morte