Roma, rapina a mano armata il supermercato tra mamme e bambini e fugge in scooter

Il colpo lampo è avvenuto ieri, giovedì 10 marzo a San Paolo al punto Conad di via Tito, intorno alle 18, ancora da quantificare il bottino

Rapina lampo a Roma al quartiere San Paolo ieri, 10 marzo, in via Tito presso il  punto Conad dove tutto sembrava scorrere come gli altri giorni tra clienti occupati nelle compere al supermercato e gente in coda alla cassa per i pagamenti.

Il colpo lampo è avvenuto ieri, giovedì 10 marzo a San Paolo al punto Conad di via Tito, intorno alle 18, ancora da quantificare il bottino

Ma una mamma ha scoperto suo malgrado che una rapina era in atto: era impegnata a guardare cosa facesse sua figlia quando lo sguardo e le parole sibilline di una cassiera le hanno fatto capire che una rapina era in corso in pieno giorno: “Signora si allontani, non si avvicini alle casse”.

La cassiera in quel preciso momento era minacciata con una pistola da un uomo che ha poi rapinato il denaro contenuto nelle casse scappando come un lampo così come era arrivato, aiutato a fuggire da un complice che lo aspettava fuori in scooter.

La rapina è avvenuta intorno alle 18 di ieri, giovedì 10 marzo, così raccontata da una cliente attonita: “Ero vicino le casse self service ma ero distratta da mia figlia di 5 anni che stava leggendo un libro”. Elena mette i prodotti sulla cassa ed incrocia lo sguardo della cassiera spaventata”.

Davanti a lei “Un uomo con il casco in testa vestito con una giacca beige”.

La lavoratrice del supermercato consegna il denaro contenuto nelle casse al rapinatore, e poco prima era stata costretta a fare lo stesso con la cassa vicina “e poi è scappato come un fulmine.

Colpo rapido ed indolore e solo dopo la cliente ha capito, anche parlando con la cassiera che l’uomo che aveva davanti era un rapinatore.

Al termine della terribile scena è arrivata su richiesta di intervento la polizia che sta passando al setaccio le immagini dei circuiti delle telecamere di videosorveglianza ed ascoltati i testimoni ha dato il via alle indagini.

Di certo c’era la presenza del complice che ha condotto lo scooter per le vie di San Paolo a tutto gas durante la fuga e lo attendeva proprio all’esterno su via Tito, in sella, pronto alla partenza, a motore già acceso.

Il bottino è in via di quantificazione e si spera che particolari come la giacca beige o altri elementi utili emergano nelle prossime ore per dare un nome ed un volto ai due rapinatori veloci come il vento.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, aspetta che la sala slot sia vuota e rapina il gestore (VIDEO)