Fiumicino, accoltella concorrente pescatore: aveva occupato la “sua” zona di cattura

L'autore della brutale aggressione risiede al Trullo: è accusato di tentato omicidio

carabinieri

Il protagonista del folle gesto avvenuto alcuni giorni fa è un romano di 43 anni.

L’uomo aveva raggiunto con un’altra persona un’area dedicata alla pesca amatoriale lungo la foce del Tevere

La presenza di altri pescatori ha infastidito il 43enne, spingendolo ad insultare e minacciare di morte i suoi “concorrenti” che occupavano l’area dedicata alla pesca amatoriale lungo la foce del Tevere, nel comune di Fiumicino.

Non contento delle minacce, l’uomo è passato alle vie di fatto aggredendoli e ferendone uno con una coltellata.

Realizzato quello che aveva fatto, il violento si è liberato del coltello gettandolo in mare e si è dato immediatamente alla fuga a bordo del proprio veicolo.

I militari sono tuttavia riusciti a risalire alla sua identità grazie alle testimonianze dei presenti e tramite alcuni riconoscimenti fotografici.

Uno degli autori della brutale aggressione è stato identificato.

Si tratta di un uomo che risiede al Trullo ed è già noto alle forze dell’ordine.

Raggiunto nella propria abitazione, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Ostia, tentato omicidio: accoltellato da un uomo sceso dall’auto

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.