Fiumicino, sequestrato un cantiere navale sul Tevere privo di autorizzazioni

La Guardia di Finanza ha sequestrato il cantiere navale e denunciato i tre amministratori delle società presenti sul sito

occhiali FIUMICINO

A Fiumicino un’operazione della Guardia di Finanza ha portato alla luce un’area occupata abusivamente di 7.000 mq.

La Guardia di Finanza ha sequestrato il cantiere navale e denunciato i tre amministratori delle società presenti sul sito

Nel corso di attività finalizzate al controllo economico del territorio, si è conclusa con il sequestro di un cantiere navale una strutturata operazione di servizio dei militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia, eseguita per il contrasto agli illeciti perpetrati contro il demanio pubblico marittimo e fluviale.

Piazzole in cemento, aree carrabili utilizzate per il parcheggio di veicoli e ulteriori superfici adibite ad “aree verdi”. I militari delle Fiamme Gialle all’interno del vasto sito, costruito su un’area golenale del fiume Tevere, hanno riscontrato la presenza di diverse attività legate al settore della cantieristica navale, tutte rigorosamente abusive.

Oltre a un capannone, anch’esso abusivo, di circa 1.275 mq, i finanzieri hanno rilevato locali che venivano utilizzati come carrozzeria e per la riparazione di gommoni, due prefabbricati adibiti a deposito e alloggio del custode dell’area, un fabbricato in legno con una pedana di 75 mq e una gru fissa in acciaio con un basamento in cemento armato.

L’area è stata messa sotto sequestro e i tre amministratori delle società che operavano sul sito sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Da Fiumicino a Ostia per molestare la ex ma il fratello di lei lo manda in ospedale