Truffa dello specchietto: in carcere napoletano in trasferta a Roma

L'uomo diceva di appartenere a un noto clan criminale per far tacere le vittime della truffa.

truffa-dello-specchietto

Truffa dello specchietto. Un 41enne di Napoli è stato arrestato a Roma per falsi incidenti, a seguito dei quali minacciava le vittime per estorcergli denaro.

Roma, truffa dello specchietto: arrestato 41enne partenopeo in trasferta nella Capitale

Diceva di appartenere a un noto clan criminale di Napoli, il 41enne partenopeo arrestato a Roma dalla Polizia del commissariato Romanina.

R.F. , queste le iniziali del nome e del cognome, era un esperto di falsi incidenti – le note truffe dello specchietto – e richieste di risarcimento. Minacciava le vittime paventando di appartenere a noto clan criminale.

Le truffe

Gli uomini diretti da Moreno Fernandez, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti, a seguito di due episodi avvenuti tra il 12 e il 15 aprile 2021.

In entrambi i casi il copione è stato lo stesso: l’uomo, in compagnia di una donna, ha simulato un falso incidente stradale, e poi ha richiesto alle vittime come risarcimento del danno, una somma di denaro.

Inoltre, il malvivente, facendo intendere di appartenere a un noto clan malavitoso, le ha minacciate prospettandogli che se avessero parlato per loro sarebbe finita male.

In uno dei due casi, dopo aver intimidito e accompagnato il malcapitato presso uno sportello ATM si è fatto consegnare ben 500 euro.

L’arresto

In considerazione del fatto che il 41enne, risultava già sottoposto alla misura del divieto di dimora nel comune di Roma, gli investigatori del commissariato hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria l’aggravamento di detta misura cautelare ottenendo per R.F. l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Gli agenti hanno così notificato il provvedimento e per lui si sono aperte le porte del carcere. Denunciata all’Autorità Giudiziaria, invece, la complice.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.