Vaccino, AstraZeneca taglia le dosi in consegna. Ma assicura: “Nessuna vendita ai privati”

Il colosso farmaceutico britannico sottolinea che si è impegnato a fornire dosi esclusivamente ai governi, e non vi sarebbe alcuna vendita del vaccino al settore privato

astrazeneca

Vaccino covid, in arrivo nuovi tagli per la fornitura delle dosi: si temono ritardi nella campagna vaccinale.

Ieri, 20 febbraio, l’annuncio da parte di AstraZeneca: dalla prossima settimana prevista una nuova riduzione tra il 10 e il 15 per cento dei lotti destinati all’Italia, secondo quanto comunicato a varie regioni.

Vaccino AstraZeneca, ancora ritardi nelle consegne. Il colosso britannico: “Nessuna vendita ai privati”

Al posto delle 566mila fiale previste ne verranno recapitate 506mila: il piano di somministrazione è destinato così a nuovi ritardi.

“Stiamo lavorando per rispettare l’impegno di consegnare all’Italia 4,2 milioni di dosi nel primo trimestre, con l’obiettivo di superare i 5 milioni”, fa sapere oggi in una nota il colosso farmaceutico britannico.

vaccino

“I processi di produzione sono complessi, con una moltitudine di fattori produttivi e di test di qualità che vengono minuziosamente fatti su ogni lotto possono avere un impatto sulla data, frequenza e numero di dosi di ogni consegna”, sottolinea l’azienda.

AstraZeneca: “Diffidate delle forniture di vaccino non governative”

In merito alle proposte ricevute da alcune regioni da parte di intermediari privati per l’acquisto di forniture di vaccino AstraZeneca al di fuori dei canali statali, come si legge su Repubblica, il colosso farmaceutico ribadisce di essersi “impegnato a fornire dosi esclusivamente a governi o organizzazioni governative”.

“Non vi è alcuna fornitura, vendita o distribuzione del vaccino al settore privato”, fa sapere AstraZeneca in una nota. “Se qualcuno offre vaccini attraverso il settore privato potrebbe trattarsi di vaccini contraffatti e come tali vanno segnalati alle autorità competenti”, afferma l’azienda.

“A questo proposito precisiamo di aver presentato un esposto al NAS (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) dei Carabinieri al fine di denunciare ogni tentativo di assicurare forniture al di fuori dei canali governativi ufficiali, e di aver prontamente informato di tale esposto tutte le Autorità competenti”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Vaccini anti-Covid: nel Lazio AstraZeneca annuncia taglio di 9mila dosi

Vaccini anti-Covid: nel Lazio AstraZeneca annuncia taglio di 9mila dosi