Acilia, botte e minacce di morte ai genitori: arrestato figlio di 24 anni

I genitori subivano da mesi le violenze del giovane ma non lo hanno mai denunciato. L’intervento della Polizia di Stato e l’arresto

polizia

Da mesi quei genitori sopportavano le minacce, le violenze e le botte del figlio di 24 anni. Stamattina non ce l’hanno più fatta e hanno denunciato il giovane che è stato arrestato.

E’ una storia di dolore, non solo per le violenze e per i maltrattamenti subiti, quella che ad Acilia ha visto protagonisti una coppia di genitori ed il figlio di 24 anni. Tentando di salvaguardare l’onorabilità del figlio, la madre e il padre hanno subito per mesi ogni sorta di angheria. Oggi, quando lui li ha minacciato di morte, non ce l’hanno fatta più e hanno chiamato il numero unico delle emergenze 112.

L’amore dei genitori non salva il figlio: per mesi hanno sopportato senza denunciarlo

In quell’appartamento di via Guglielmo Ciardi si sono precipitate due volanti del X Distretto Lido, diretto dal primo dirigente Antonino Mendolia, che hanno faticato a contenere la furia del 24enne. Il giovane, che aveva già danneggiato il mobilio e diversi arredi domestici, anche in presenza degli agenti ha continuato a inveire contro i propri genitori minacciandoli di morte.

E’ stato a quel punto, quando il ragazzo è stato assicurato alla giustizia, che i genitori hanno potuto raccontare l’inferno vissuto da mesi. In qualche circostanza hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici ed è anche accaduto che abbiano lasciato per qualche giorno l’abitazione per sottrarsi alle violenze del figlio. Per paura delle sue reazioni, avevano sempre evitato di denunciare gli episodi.

Il magistrato di turno ha disposto per lui gli arresti in carcere per maltrattamenti in famiglia.