Il consigliere comunale di Ladispoli, Giovanni Ardita, si scaglia contro la decisione del comune di Cerveteri di costruire un impianto di rifornimento carburanti e un campeggio a ridosso di Torre Flavia. “E’ scellerato gettare cemento vicino alle acque del consorzio agro-romano e dell’area protetta – afferma – presenteremo una mozione a difesa della palude per evitare la costruzione della pompa di benzina. Ci potrebbero essere gravi ripercussioni su tutta la zona. Siamo pronti a scendere in piazza per lanciare una petizione. Per quanto riguarda la regione lazio, chiederemo al nostro consigliere regionale, Giancarlo Righini, di presentare un’interrogazione a tutela dell’ambiente dell’area monumentale e archeologica. Torre Flavia va difesa perché è il simbolo storico della nostra città. Invece di fare I furbi, approvando un progetto del genere, alla Pisana si diano da fare per far riaprire tutte le aree di campeggio senza guardare il colore politico. Si tratta di strutture ricettive turistiche in cui lavorano tante famiglie. Sono il motore dell’economia locale” ha concluso Ardita.