Il castello di Santa Severa non rientrerà tra i beni che la Regione Lazio concederà al Comune di Santa Marinella. Nei giorni scorsi la Pisana, con una nota firmata dall’assessore al bilancio Alessandra Sartore, ha ufficializzato il passaggio di alcuni terreni e beni immobili, tra questi: la torre saracena, l’annesso borgo medievale e l’intero comprensorio sorto sui resti della città Etrusca di Pyrgi. Il castello invece, a differenza di quanto comunicato in precedenza dal comune, resterà all’amministrazione regionale che proseguirà nella sua gestione attraverso la società in house Lazio Crea. La notizia è stata accolta con favore dal sindaco Pietro Tidei ” il comune in qualità di titolare delle funzioni amministrative intende avviare iniziative di pianificazione, rigenerazione e sviluppo urbano sul patrimonio concesso” ha dichiarato “Saranno previsti parcheggi, parchi pubblici, nuove spiagge e turismo alberghiero. L’impegno attuale e’ quello di accelerare da subito al fine di consegnare alla città queste opere mai realizzate prima. E’ davvero il primo passo concreto per il rilancio della nostra economia e dell’occupazione” ha concluso.