Presso il teatro Fara Nume di Ostia il comitato “Salviamo la riserva” ha organizzato un incontro per denunciare, ancora una volta, l’abbattimento degli alberi all’interno della pineta di Procoio. “Con il pretesto della messa in sicurezza antincendio – spiegano gli esponenti del gruppo – è in atto un’opera di “utilizzazione forestale” con il taglio degli arbusti per scopi economici. Un vero scempio. L’autorizzazione è stata concessa, incredibilmente, dalla Città Metropolitana, che dovrebbe proteggere l’ambiente. Riteniamo devastante il piano di disboscamento la cui legittimità va verificata” – concludono dal comitato. Di tutt’altro avviso il “Wwf litorale laziale” che definisce “discreto l’intervento” e sostiene che “il taglio sia gestito abbastanza bene”. “Alcune piante troppo vicine, se poco vigorose o malate, vengono diradate – si legge in una nota – in questo modo I fusti selezionati potranno crescere meglio. La parte più preziosa e delicata, quella con una consistente presenza di querce da sughero, non è stata toccata” – termina il WWF.