Emergenza sanitaria: la cooperativa carni a Testa di Lepre non conosce crisi

Il lavoro di squadra ha permesso di conservare il posto di lavoro a 20 dipendenti. Uno dei segreti sono state le consegne a domicilio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

La cooperativa carni a Testa di Lepre non conosce crisi, nemmeno durante l’emergenza sanitaria. A distanza di 4 mesi non si è fermata con la sua produzione di carni e vendita al dettaglio, con la buona notizia che non c’è stato nessun licenziamento.

Cooperativa Testa di Lepre: nessun licenziamento e consegne a domicilio

Il lavoro di squadra, tra mille difficoltà, ha permesso di conservare il posto a 20 lavoratori.La cooperativa si regge grazie ai soci produttori, le cui carni arrivano ogni giorno a casa di molte famiglie di Roma e litorale, anche grazie alle consegne.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Consegna a domicilio per scongiurare i licenziamenti

Potrebbero interessarti