Fase 2 Coronavirus, Zingaretti: “Riaprire in sicurezza”

Zingaretti ha incontrato in video-call le associazioni del mondo produttivo, i sindacati e i prefetti per definire le linee guida della fase 2.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

La Regione si sta preparando alla “Fase 2” e studia modalità per le riaperture di alcune attività. Intanto, sono stati acquistati 105 milioni di euro per dispositivi di protezione individuale.

Regione, Zingaretti: “Riaprire in sicurezza”

“Riaprire in sicurezza”. Questa la parola d’ordine ribadita dal governatore Nicola Zingaretti che ha incontrato in una video-call le associazioni di rappresentanza del mondo produttivo, i sindacati e i prefetti per definire le linee guida necessarie per prepararsi alla fase 2.

“Il documento che stiamo redigendo – ha spiegato Zingaretti – avrà l’obiettivo di fornire indicazioni che serviranno ad accompagnare il ritorno alle normali attività di lavoro quando le condizioni di emergenza saranno considerate passate”.

Ritardi mascherine Ecotech, Leodori: “Attendiamo, ma siamo assicurati”

Intanto, il vicepresidente della Regione Daniele Leodori ha riferito in audizione sugli acquisti dei kit di protezione individuale e sui ritardi nelle consegne delle mascherine Ecotech: “Abbiamo comprato dispositivi per 105 milioni di euro – ha affermato precisando che “gli approvvigionamenti e le somme sono interamente a carico delle risorse stanziate dal governo nazionale. In merito ai contrattempi per le forniture di mascherine- prosegue Leodori – restiamo in attesa. Abbiamo garanzia dell’importo dato alla società tramite una polizza fideiussoria assicurativa. Il materiale dovrebbe partire per l’Italia il 23 aprile. Se non dovesse arrivare porteremo le carte alla magistratura. A oggi – conclude – abbiamo nei magazzini oltre 16 milioni di dispositivi e siamo autosufficienti per alcune settimane”.

Potrebbero interessarti