Crisi filiera agroalimentare: la Coldiretti chiede di tutelare il Made in Italy

Granieri: “La Regione ha recentemente approvato il bonus che prevede il 30% di rimborso a chi compra prodotti agroalimentari locali. E’ questa la strada”
coldiretti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

L’emergenza sanitaria sta colpendo duramente l’economia di ristoranti e agriturismi. La Coldiretti si augura l’adozione di nuove misure che possano tagliare i costi del lavoro.

Crisi ristoranti e agriturismi, Coldiretti: “Tuteliamo il Made in Italy”

“L’emergenza sanitaria sta condizionando l’intera filiera agroalimentare. I ristoranti, ad esempio, perdono 6 clienti su 10 a causa delle nuove limitazioni di orario imposte dal Governo”.

E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti: “A rischio ci sono migliaia di posti di lavoro”, ha affermato il presidente regionale dell’associazione David Granieri che prosegue – sono indispensabili misure come il taglio dei costi con la decontribuzione protratta anche per le prossime scadenze.

Un altro settore fortemente penalizzato dal lockdown è quello degli agriturismi che conta nel Lazio 1280 aziende e 15mila posti letto. Servono finanziamenti a fondo perduto che possano aiutare ad incentivare l’utilizzo del Made in Italy.

La Pisana ha recentemente approvato il bonus che prevede il 30% di rimborso a chi compra prodotti agroalimentari locali (leggi qui). E’ questa la strada da perseguire.

Un’altra conseguenza negativa è relativa al calo dell’export a causa del lockdown in Germania. Per fronteggiare gli effetti della pandemia vanno aiutate le imprese a superare questo difficile momento e va preparata la ripresa con un piano straordinario di internalizzazione, con la creazione di nuovi canali e a una massiccia campagna di comunicazione per le produzioni nostrane”.

Intanto, il Governo sta lavorando ad un decreto ristori-bis che stanzierà ulteriori aiuti a commercianti, ristoratori e partite IVA, modulandoli in base alle restrizioni previste dal nuovo DPCM.

Leggi anche Il Dl Ristori è legge: ecco le categorie e i fondi che riceveranno

Il Dl Ristori è legge: ecco le categorie e i fondi che riceveranno