Napoli, conflitto a fuoco con la Polizia: morto rapinatore di 17 anni

I banditi stavano assaltando alcuni minorenni. Il rapinatore arrestato è il figlio di Genny La Carogna
anziana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Un rapinatore è morto e un altro arrestato in un conflitto a fuoco con la polizia nella notte a Napoli. La vittima è un minore di 17 anni. Gli agenti sono intervenuti per sventare una rapina ai danni di alcuni minorenni.

Secondo l’anticipazione del quotidiano “Il Mattino“, il bandito arrestato sarebbe il figlio di Genny La Carogna, soprannome di Gennaro De Tommaso, uno dei capi ultras del Napoli, da quattro anni in carcere con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti.

Stando alle prime informazioni, il giovane ucciso e un complice erano a bordo di uno scooter (risultato rubato ai controlli successivi) in via Duomo, nel Centro storico, quando hanno avvicinato un’auto. I due rapinatori erano armati: uno di loro sarebbe entrato nella vettura ed è in quel momento che sarebbe arrivata la pattuglia della Polizia, della squadra dei Falchi.

Nel corso dell’azione, un agente ha sparato ed uno dei giovani è rimasto ucciso. L’altro ragazzo, un diciottenne, è stato arrestato e ricoverato in ospedale dove è piantonato. Gli operanti hanno recuperato la pistola che avevano i due rapinatori.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Potrebbero interessarti