Inps, allerta phishing: “Non aprire allegati email”

Dall’Inps un allerta di truffe telematiche e l’invito a fare molta attenzione: si può installare un file che può sottrarre dati preziosi dell’utente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Allerta phishing, stavolta è l’Inps a mettere in guardia gli utenti dal rischio di virus informatici in grado di carpire nostre password e i nostri dati privati.

A dare l’allarme è un comunicato dell’istituto previdenziale nazionale che avvisa tutti i suoi utenti di fare attenzione ad una nuova mail di phishing che utilizza il nome di Inps per ingannare il destinatario del messaggio e indurlo ad aprire un file allegato .xls contenente un agente virale. Il warning è contenuto in una nota Inps.

«L’oggetto dell’email, come il nome dell’allegato, può variare, per cui si invita a diffidare di tali comunicazioni, ignorando mail di cui non è possibile accertare l’origine (soprattutto quando richiedono l’apertura di un allegato o il click su un link) e a non aprire allegati dei quali non si è certi della provenienza», si legge nella nota.

Il fatto curioso è che sul sito ufficiale dell’Inps non si fa menzione dell’allerta. Chi accede all’home page non viene avvertito. Ciò significa che un eventuale dubbio sulla “originalità” della email, è destinato a rimanere tale senza comunicazioni via internet da parte dell’Inps stessa.

Le truffe telematiche sono in grande crescita tra i reati. La Polizia Postale segnala che lo scorso anno si è chiuso con 1.181 attacchi di hacker ai sistemi informatici di aziende e enti che rappresentano degli interessi strategici nazionali mentre 91 sono i siti e le pagine che sono state rimossi per cyberterrorismo. Complessivamente sono stati oltre 9 mila i delitti informatici denunciati, con 468 persone (inclusi cyberbulli) sottoposte al vaglio delle Autorità.

Potrebbero interessarti