Due giovani su cinque desiderano entrare nelle forze dell’ordine

La notizia emerge dal sondaggio elaborato da skuola.net
incidente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I giovani italiani stimano le forze dell’ordine per il lavoro che svolgono per la comunità e sempre di più vogliono entrarne a far parte.

Sempre più giovani si dicono interessati a una carriera nelle forze dell’ordine

La notizia emerge dal sondaggio elaborato da skuola.net in collaborazione con Nissolino Corsi. Secondo i dati raccolti su un campione di 50mila studenti delle scuole di secondo grado e università, due giovani su cinque si dicono interessati ad intraprendere la carriera all’interno delle forze dell’ordine.

Per il 40% del campione, addirittura, è la prima opzione per il futuro, un dato in aumento rispetto allo scorso anno, quando il numero era fermo al 34%.

Dall’indagine è risultato anche un incremento del gradimento per la Polizia di Stato, tra le prime classificatasi tra le forze di polizia.

Il sondaggio è stato condotto durante l’emergenza sanitaria. E’ quindi probabile che il coraggio e la perseveranza mostrati dal personale “in divisa”, in questa difficile situazione, abbiano rafforzato nei ragazzi, l’immagine positiva delle Forze dell’ordine.

Già dai dati presenti nell’indagine di skuola.net, infatti, emerge che due giovani su cinque esprimono sentimenti positivi nei confronti delle divise, a prescindere dal fatto che siano intenzionati o meno a intraprendere questa strada.

Intanto oggi a Roma, presso gli spazi delle Officine Farneto, si è conclusa la seconda edizione dell’evento “Obiettivo Futuro: i giovani che scelgono la divisa”, con la presentazione dei dati dell’Osservatorio sulle professioni in divisa 2020 e la premiazione del concorso “Onore al Merito”, organizzato da AssOrienta – Associazione Orientatori Italiani, in collaborazione con la Nissolino Corsi.

Sono stati premiati 262 i giovani, tra ragazzi e ragazze, con borse di studio per la preparazione ai concorsi in divisa.

L’incontro è stato anche l’occasione per discutere degli strumenti di orientamento e informazione a disposizione, oggi, di tutti gli studenti che sono chiamati a compiere una scelta importante per il loro futuro, e per approfondire come le nuove generazioni si approcciano alle professioni in uniforme.

Per la Polizia di Stato era presente la direttrice dell’Istituto per sovrintendenti della Polizia di Stato “Rolando Lanari” di Spoleto, Maria Teresa Panone.

Leggi anche No Mask, la Polizia: “Sit in permessi solo con la mascherina e distanziati”

No Mask, la Polizia: “Sit in permessi solo con la mascherina e distanziati”

Potrebbero interessarti