Sebastiano Somma: la quarantena e il suo amore per Ostia

Sebastiano Somma racconta ai nostri microfoni come sta vivendo questo particolare periodo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Sebastiano Somma racconta come sta vivendo questo particolare periodo. L’attore si augura di poter tornare presto a frequentare Ostia e il nostro territorio.

Sebastiano Somma e il suo amore per Ostia

Originario di Castellammare di Stabia, Sebastiano Somma si è trasferito a Roma all’inizio degli anni ottanta. Ma l’attore campano, protagonista di fiction televisive, pellicole cinematografiche e spettacoli teatrali, è un assiduo frequentatore di Ostia, luogo in cui in estate trascorre diverse settimane e dove di questi tempi effettuava anche qualche gita primaverile fuori porta.

Devo dire che quest’anno Ostia mi è mancata particolarmente – ha affermato l’attore – Non sono riuscito a venire neanche la scorsa estate perchè ero impegnato nelle riprese di “Come una madre”, la fiction che è andata in onda su RAI 1 all’inizio di quest’anno. Speravo di recuperare, appunto, tra la Pasquetta e il primo maggio, ma bisogna avere ancora un po’ di pazienza. Stare in casa, mantenerci bene in salute, credo sia la cosa più importante. E sono sicuro che se saremo bravi tutti quanti, presto potremo di nuovo riaffacciarci nelle bellezze di quel territorio”.

La quarantena come possibilità di lavorare a nuovi progetti

“In queste giornate i permanenza forzata cerco di sfruttare il tempo per approfondire nuovi percorsi, anche con il lavoro, visto che la nostra attività sarà sicuramente l’ultima a ripartire.  – prosegue – Sto lavorando per cercare nuove idee, nuovi percorsi teatrali perchè abbiamo bisogno di emozionarvi e riportarvi nei luoghi dove si produce arte e bellezza”.

Sebastiano Somma, sempre in contatto con le amicizie storiche di Ostia

“Ad Ostia ho diverse amicizie con cui mi tengo in contatto.  – aggiunge l’attore campano – Uno su tutti è Massimo Vanni, un carissimo amico nonchè ottimo attore. Ve lo ricorderete senz’altro, era il Gargiulo nella bellissima cinematografia di Tomas Milian. E poi i proprietari di Zero Regole e una persona che mi sta molto a cuore che si chiama Alessandro Corazzi che è un tecnico che voi dovreste conoscere molto bene, ma anche un ottimo drammaturgo e attore. Collaboriamo assieme per il teatro patologico… è una persona di grande spessore. Comunque le mie amicizie sono tante: proprietari di stabilimenti balneari, alberghi, ristoranti. Spero vivamente che tutto questo possa ripartire quanto prima e che tutti noi possiamo rivederci nella bellissima città di Ostia e nella sua bella piazza a gustare quei fantastici dolci offerti dal mitico Paglia, parlo delle “bombe” ovviamente. Auguri di cuore a tutti!” – conclude.

Potrebbero interessarti