Trenitalia taglia le corse sulla Roma-Civitavecchia e i viaggiatori non riescono a rispettare la distanza di sicurezza. Infatti, i pendolari di Ladispoli e Cerveteri si sono ritrovati ammassati sui vagoni a causa di una limitazione della circolazione imposta dai vertici delle ferrovie e giustificata da un calo dei passeggeri. In pratica l’orario classico è stato sostituito con quello festivo. Oltretutto, con cancellazioni e ritardi la situazione è precipitata.

In questo modo si mette a repentaglio la salute dei cittadini”, ha tuonato il sindaco di Ladispoli. L’assessora alla mobilità e trasporti al Comune di Cerveteri Elena Gubetti e il delegato ai rapporti con rete ferroviaria Renato Galluso si sono attivati contattando Trenitalia per sollecitare altre corse, in particolare, tra le 4.30 e le 8.42.

“Stiamo attraversando un periodo estremamente difficile – ha dichiarato Galluso che conclude – la richiesta è integrare il servizio con due nuove partenze. E’ fondamentale garantire sicurezza a chi utilizza il treno per recarsi al lavoro”.