Dopo l’approvazione del piano di gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, molte associazioni ambientaliste e realtà territoriali chiedono di istituire un’ “area di rispetto” lungo i confini della riserva. La legge quadro del 1991 istituisce intorno alle aree protette delle zone “cuscinetto” per attutire gli effetti negativi che provengono dall’esterno. “Gianluigi Ceruti, uno dei massimi esperti del settore, – fanno sepere le associazioni – ritiene che queste zone di rispetto siano fondamentali per la riserva naturale statale perchè sarebbero in grado di impedire la realizzazione di progetti che contrastano con la salvaguardia della natura, quali smaltimento dei rifiuti, attività inquinanti anche di tipo agricolo, edificazioni, infrastrutture e impianti di illuminazione di grande portata. E’ allarme infatti per le nuove discariche a monte carnevale e in località Malnome. Si tratta di luoghi dotati di una forte bellezza paesaggistica, ma per anni hanno dovuto subire la vicinanza della mega discarica di Malagrotta”. Concludono. Intanto, a marzo partirà il corso di guida naturalistica per la riserva. Le lezioni si terranno in quattro fine settimana, per un totale di 36 ore. Docenti qualificati formeranno I partecipanti attraverso attività sul campo e sedute di approfondimento tematico. Inoltre, sara’ possibile richiedere il riconoscimento dei crediti formativi. E’ previsto un test finale. Per maggiori dettagli e’ possibile scrivere a info@programmanatura.it