“Stiamo assistendo a un prolungato silenzio sulla Roma-Latina”. Lo dichiara il senatore di Fratelli D’Italia Nicola Calandrini che, per questo motivo, ha deciso di presentare un’interrogazione diretta al Ministro dei Trasporti per sapere come si intenda andare avanti per realizzare un’opera attesa anche dai cittadini di Pomezia e Ardea: “Credo sia opportuno definire tutte le strategie possibili in modo da sapere quale direzione prendere nel momento in cui la giustizia avrà fatto il suo corso – spiega Calandrini che prosegue – temo che dovrà trascorrere ancora tanto tempo per conoscere i tempi di apertura dei cantieri. Infatti, ogni volta che c’è un tavolo tecnico, non arrivano mai risposte.

Intanto, la Pontina non basta a sostenere la mole di traffico. Per questo ho chiesto al Ministro le sue intenzioni anche nel caso in cui la gara pubblica venisse annullata e che supporto voglia dare alla regione se si dovesse procedere con la realizzazione “in house”.

Infine – conclude – ritengo necessario sapere come si possa scongiurare la perdita dei 465 milioni di euro di finanziamento già stanziato dal comitato interministeriale per la programmazione economica e se questi fondi possono essere implementati. I collegamenti sono il primo passo per il rilancio di un territorio. Non possiamo più attendere”.