E’ di pochi giorni fa la notizia di un incidente stradale che ha provocato il crollo di una struttura di ferro creata a protezione di alcuni lavori su un palazzo di Viale Vasco De Gama a Ostia. Un epilogo più che prevedibile in una delle tante strade dove i residenti sono costretti a convivere con transenne e impalcature. In questo senso il primato, sul territorio, spetta comunque alla zona di ponente dove ormai le corazze di ferro sono parte del paesaggio. I cittadini sdrammatizzano con un po’ di sarcasmo ma quelle corazze di ferro in zona da mesi o peggio da anni, lo sanno tutti, sembrano la firma di un lassismo che attribuisce a questa fetta di territorio il triste primato. Un augurio che in un territorio dove i problemi sono anche molti altri rischia di trasformarsi nell’ennesima chimera. Ma è il direttore di questo supermercato che inquadra meglio la situazione in cui in molti sono costretti sì a vivere ma anche a lavorare. Un fine anno amaro, l’ennesimo, per una zona che da sempre aspetta la sua opportunità di riscatto. E che non risparmia chi porta avanti il lavoro come strumento di difesa contro il degrado e i mille problemi del quartiere.