Non si fermano gli scarichi illeciti all’interno e a ridosso della pineta dell’Acqua Rossa, ad Ostia. In prossimità di uno degli ingressi dell’area verde, non lontano dall’omonima scuola elementare, si continuano ad abbandonare rifiuti in maniera indiscriminata. Si tratta molto spesso di materiali ingombranti e inquinanti oppure, come testimonia l’ultimo “Regalo” di qualche incivile, di potature e altri scarti vegetali raccolti nei sacchi neri. A rendere la situazione più incerta del dovuto è la presenza delle telecamere di videosorveglianza, installate di recente proprio per contrastare e perseguire condotte illegali di questo genere: non e’ chiaro se gli impianti funzionino e se, in effetti, I responsabili vengano debitamente multati. L’ultimo esposto risale all’ottobre del 2018. A presentarlo fu il consigliere municipale Franco De Donno, che scriveva: “Il sospetto e’ che in orari notturni furgoni e auto entrino nella pineta scaricando materiali di risulta e passando sulle radici degli alberi, indebolendoli.” Constatata la mancata rimozione dei rifiuti pericolosi, il consigliere presento’ una nuova denuncia venti giorni più tardi, organizzando una bonifica simbolica con il supporto logistico di Ama. Purtroppo, le discariche continuano a fioccare e pare proprio che non esista un deterrente davvero efficace.