La protesta e’ partita dal cuore di Ostia – piazza Tor San Michele e Via Rutilio Namaziano – con un semplice gesto: lo spegnimento di insegne, fari esterni, neon e vetrine. Qualcuno ha addirittura deciso di non alzare la saracinesca. Ore 18: le strade del centro sono letteralmente piombate nell’oscurità. Cosi’ i commercianti hanno voluto lanciare un messaggio forte agli amministratori. La protesta – chiamata emblematicamente “Strade al buio” – si e’ conclusa alle 20 e verrà senz’altro replicata nei prossimi mesi.