Ostia: iniziata l’avventura di “Veni vidi by bici”

Ostia: partita da Piazza dei Ravennati la sesta edizione della “Veni vidi by bici”. L’iniziativa che ha lo scopo di sensibilizzare alla donazione del sangue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Iniziata l’avventura di Veni vidi by bici. Pedalare per mille chilometri con il fine di promuovere la donazione del sangue. Da Ostia a Ravenna, andata e ritorno. È partita da Piazza dei Ravennati la sesta edizione della Veni vidi by bici.  Protagonisti dell’impresa: il presidente dell’Associazione dei donatori amici dell’Ospedale Grassi, Giuseppe Di Lorenzo e il presidente di “Ostia in Bici” Angelo Arelli. Torneranno  a Ostia il 24 giugno.

Veni vidi by bici: gli organizzatori: « l’obiettivo è sempre quello di promuovere la donazione del sangue»

«Questo sarà il sesto anno dell’evento annuale pedalando in bici, co-organizzato dall’Associazione dei donatori amici dell’ospedale Grassi e dalla Fiab “Ostia in Bici” – raccontano gli organizzatori –  si era previsto un percorso diverso per attraversare cinque paesi europei. In questa fase di criticità economica del nostro paese abbiamo preferito modificarlo facendolo svolgere interamente in Italia. Questa variazione non cambia gli obiettivi – continuano – ancora una volta saranno quelli di stimolare la donazione di sangue, parlare della gioia del donare,  rinverdire e stimolare sempre più l’attenzione verso l’ambiente e verso una mobilità sostenibile.    Durante il percorso parleremo della bellezza del nostro territorio con video e pubblicazioni. Lo faremo con la preziosa presenza della nostra amministrazione municipale. Da Ravenna si proseguirà’ per Firenze, Livorno, la costa tirrenica per tornare ad Ostia. Dieci tappe, mille chilometri.

A salutare Giuseppe Di Lorenzo e Angelo Arelli, l’Assessore alla cultura e allo Sport Silvana Denicolò ed il presidente della Commissione Sport Alessandro Nasetti.

«Ostia in bici e gli amici del Gruppo Donatori di sangue – ha affermato Denicolò– nonostante il lungo periodo di quarantena, hanno lavorato a questo progetto affinché si potesse realizzare nonostante le restrizioni. Siamo particolarmente lieti di essere qui alla partenza per sottolineare l’ulteriore messaggio di cultura inteso come conoscenza del nostro straordinario territorio nazionale. Saremo a Ravenna ed è la prima volta in assoluto che si crea questa occasione, una unione tra Ostia e Ravenna, due luoghi ricchi di storia e cultura.»

 

LE TAPPE DEL TOUR

 13/6 – Ostia-Viterbo-Bomarzo

14/6 –  Viterbo –Il Santo (Montepulciano)

15/6 –   Il Santo – Camaldoli

16/6 –  Camaldoli – Ravenna

17/6 –  Ravenna –Incontri istituzionali

18/6 – Ravenna – Firenze

19/6 –  Firenze – Incontri promozionali

20/6 – Firenze – Livorno

21/6 – Livorno – Follonica

22/6 – Follonica – Talamone

23/6 -Talamone – Civitavecchia

24/6 – Civitavecchia – Ostia

 

Leggi anche: Mobilità sostenibile: Roma riparte dalla bicicletta

Mobilità sostenibile: Roma riparte dalla bicicletta

 

Potrebbero interessarti