La mamma di Elena Aubry: “Sono state trovate le ceneri di mia figlia. E’ una notizia bellissima”

Le ceneri della ragazza morta in moto a Ostia erano state trafugate. Denunciato un uomo
Elena
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

“Vi devo dare una notizia bellissima. Sono state trovare le ceneri di Elena”. Graziella Viviano, la mamma di Elena Aubry, la ragazza morta a Ostia il 6 maggio del 2018 per un incidente con la moto, è commossa.

Elena Aubry, ritrovate le ceneri della ragazza morta sull’Ostiense

“Le ceneri di mia figlia sono state ritrovate”, annuncia la signora Viviano con un video su Facebook. “Mi ha chiamato il comandante dei Carabinieri Fioramanti – spiega – e mi ha fatto vedere il vaso con le ceneri di Elena. Credo non ci siano dubbi che sia il suo. Per il momento non so altro. Ma vi posso dire che la cosa che a me interessava di più, ritrovare quello che resta del corpo di Elena, le sue ceneri, è un passo che è stato fatto”.

L’urna con i resti di Elena era stata trafugata nelle settimane scorse. La mamma della ragazza da quel momento non si era data pace: per lei una tragedia nella tragedia. E aveva lanciato un appello: “Riportatemele, sono tutto quello che mi resta di lei”.

Oggi la buona notizia: “Ringrazio vivamente le forze dell’ordine, da sempre ho avuto fiducia in loro, sono persone speciali e ancora una volta mi hanno dimostrato di esserlo”, sottolinea la signora Viviano. “E grazie a tutti voi per il vostro affetto. Lo volevo dire a tutti voi”, aggiunge, rivolta a tutti i cittadini che le hanno scritto o le hanno fatto arrivare la loro vicinanza.

Elena

Denunciato un uomo

I carabinieri hanno chiuso il cerchio intorno a un uomo residente nella zona del Verano, con precedenti penali. Ottenuto il mandato di perquisizione dal giudice, sono entrati nella sua casa e hanno trovato l’urna con le ceneri di Elena ancora intatta, e una foto della ragazza. L’uomo è stato denunciato e ora è sotto indagine, ma al momento sono esclusi legami con sette sataniche. Sembra, sottolinea la signora Viviano, che si tratti del gesto di un folle.

La morte di Elena, sotto accusa l’incuria del manto stradale

Il macabro furto di poche settimane fa, che aveva gettato nello sconforto la povera madre, si è verificato proprio a pochi giorni dalla conclusione delle indagini della Procura sulla morte della ragazza. I pubblici ministeri sono in procinto di chiedere il rinvio a giudizio per gli indagati. E sono convinti che l’incidente mortale sia stato causato dalle buche e dagli avvallamenti provocati dalle radici degli alberi, che in anni di incuria del manto stradale hanno trasformato la via Ostiense in una pericolosa gimkana. I ladri dell’urna di Elena hanno rubato anche il diario con le dediche degli amici della ragazza, che era posizionato al cimitero accanto alla lapide.

 

Potrebbero interessarti