Test covid-19 lenti: “Noi in quarantena con mia suocera di 89 anni sola in casa”

Appello accorato di un lettore in quarantena con la moglie e la cognata che non possono assistere l’anziana madre, anche lei in isolamento
fiumicino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

In quarantena a casa per un cluster familiare con la mamma di 89 anni sola nel suo appartamento mentre per il risultato del tampone effettuato con la Asl richiede un’attesa tra 5 e 7 giorni.

E’ il dramma che sta vivendo una famiglia di Ostia. Tutto, secondo la ricostruzione epidemiologica, è nato da una donna che insegna presso una scuola del Lido. Al tampone effettuato tra docenti e studenti, la prof è risultata positiva e sabato scorso, 3 ottobre, le autorità sanitarie hanno disposto l’isolamento fiduciario per lei e per tutti i familiari.

Così, sono finiti in quarantena la sorella della donna, il cognato e la madre di 89 anni. Quest’ultima, un’anziana lucida ed in buona salute ma non autosufficiente, vive da sola e da subito si è posto il problema della sua assistenza per le necessità domestiche.

Il cognato e la sorella della professoressa martedì 6 ottobre si sono sottoposti al tampone. “Il risultato dell’esame – sottolinea Maurizio, uno dei protagonisti della vicenda – secondo la Asl arriverà non prima di cinque/sette giorni. Abbiamo chiesto di poter essere inviati al drive in dell’aeroporto di Fiumicino dove il referto viene consegnato entro mezz’ora ma ci è stato negato dal nostro medico curante perché dalla quarantena cui siamo sottoposti non possiamo spostarci

Insomma – conclude l’uomo – non abbiamo uno straccio di risultato per poter assistere, almeno in parte, alle esigenze di mia suocera, come quotidianamente abbiamo sempre fatto. Tutto questo è assurdo, considerando anche che l’unica struttura privata autorizzata a effettuare il test rapido si trova a Roma Centro e, essendo subissata di richieste, non è raggiungibile neanche telefonicamente”.

“Test rapidi covid-19: impossibile farli privatamente”