Stazione Acilia Sud: ancora lunghi i tempi per la fine dei lavori

I residenti del Decimo Municipio tornano a chiedere la conclusione dei cantieri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Dopo che il Campidoglio ha espresso parere favorevole alla realizzazione della stazione della Roma-Lido, Giardino di Roma, tra l’altro già programmata nel piano regolatore del 2003, i residenti del Decimo Municipio chiedono la conclusione dei lavori per quella di Acilia Sud.

Stazione Acilia Sud, il grido dei cittadini

“La situazione è questa – afferma Domenica Annibaldis del comitato pendolari Roma-Ostia – la stazione si è fermata definitivamente con i lavori dal 24 agosto del 2017. La stazione di Acilia Sud è completa quasi fino al 80%, bastava pochissimo per terminarla. Intanto  – prosegue – noi rimaniamo a piedi con una struttura fatiscente e con la promessa del Comune di un’ulteriore stazione quando non sono ancora state completate quelle già esistenti. Ancora una volta dobbiamo riscontrare che da quando vengono stanziati i soldi a quando effettivamente vengono svolti i lavori passano minimo quindici anni. Invito dunque le persone a stare attente alle dichiarazioni “spontanee” che poi non hanno riscontro con la realtà”. – conclude Annibaldis. “Non esiste un parcheggio – aggiunge Roberto Spigai del comitato pendolari Roma-Ostia – c’è un terreno di 15mila metri quadri di proprietà pubblica, oggi di Atac che non lo comprò con i soldi di propri avanzi di gestione, ma lo ebbe quando fu creata la rimessa. Scopriamo oggi che purtroppo qualcuno ha deciso di metterlo nella lista dei beni che Atac sta mettendo all’asta e pertanto in queste settimane qualcuno proverà a venderlo”. – conclude. “I cittadini di Dragona sono stanchi di questa situazione – dichiara Jacopo Innocenzi del locale comitato di quartiere – Sono anni che si parla della stazione e negli anni molte persone ci avevano fatto la bocca nella speranza che finalmente questo quadrante avesse un’infrastruttura importante che garantisse il trasporto pubblico, eppure questo non sta avvenendo”. “Siamo contenti per la Giardino di Roma che è riuscito ad ottenere un risultato importante – commenta Alessandra Portone del Coordinamento Comitati Entroterra – è bene però che anche ad Acilia si vada avanti. Chi di competenza si prenda le sue responsabilità. Siamo stanchi dello scarica barile”.   Opere accessorie, a quando la posa della prima pietra? Una prospettiva che sembra però lontana considerando anche l’estremo ritardo nella realizzazione delle opere accessorie per le quali non è stata posata neanche una pietra. Per ottenere il via libera alla realizzazione della stazione di Giardino di Roma ci sono voluti 17 anni. Speriamo che per Acilia Sud ce ne vogliano molti di meno.

Potrebbero interessarti