Ostia, sosta vietata in piazza Tor San Michele. I residenti: “No all’isola pedonale” (VIDEO)

Iniziati i lavori per limitare la sosta i piazza Tor San Michele. Per i residenti di tratta dell’avvio della pedonalizzazione dell’area

Sosta vietata e nuova segnaletica da oggi per piazza Tor San Michele. I residenti sono convinti che si tratti della realizzazione delle opere propedeutiche alla pedonalizzazione della piazza. E contestano la decisione.

Operai al lavoro da questa mattina, lunedì 21 dicembre, a in piazza Tor San Michele e nell’ultimo tratto di via San Pier Damiani. L’intervento, stando a quanto anticipa la determina dirigenziale 1529/20 firmata dal facente funzioni di comandante del gruppo Roma X Mare di Polizia locale, Angelo Giuliani, fino al 31 dicembre vieta la sosta in tutta la piazza e in un breve tratto di via San Pier Damiani, quello antistante la pescheria.

I residenti non hanno dubbi: si tratta della realizzazione della segnaletica che vieterà la sosta in tutta la piazza, consentendo la sua trasformazione in isola pedonale. E, per ribadire la loro contrarietà all’iniziativa, hanno emesso un duro comunicato contro il X Municipio.

LA PRESA DI POSIZIONE DEI RESIDENTI

A poche ore dal lockdown – annotano i residenti – il Municipio confeziona un bel regalo per i residenti del quadrante attorno a piazza Tor San Michele, cancellando decine di posti auto e chiudendo un tratto della piazza che diventa così pedonale. A denunciarlo sono i cittadini del comitato spontaneo Piazza Tor San Michele – Via Namaziano che già nella scorsa estate avevano avviato un confronto serrato con l’amministrazione dopo i gravissimi casi di violenza avvenuti nella movida notturna. Avevamo chiesto di non modificare la situazione attuale della piazza, già gravata da ombrelloni, pedane e tavolini che sono spuntati su via Namaziano, Via Aldobrandini e che ad oggi hanno tolto metà piazza alla fruibilità di bambini e anziani che la frequentavano. Sulla nostra contrarietà al progetto di pedonalizzazione abbiamo raccolto oltre 300 firme, incluse quelle di molti negozi  che non si occupano di ristorazione, che evidentemente sono state gettate nel cestino da chi ha deciso di dare ascolto solo alle richieste di poche attività commerciali rendendo la vita per i residenti sempre più complessa”.

Il Municipio – conclude la nota – ha speso qualche centinaio di euro per la vernice e i parapedonali mentendo sul fatto che così avrebbe restituito ai residenti una zona più decorosa, più sicura e più fruibile. Ad oggi gli unici ad cogliere i frutti di questi interventi saranno le attività commerciali che potranno utilizzare sempre più spazi pubblici da sottrarre ad anziani e bambini, oltre ai tantissimi parcheggi che sono stati cancellati in un’area dove, è bene ricordarlo, per ben due volte a settimana c’è il grandissimo mercato di Piazza Quarto dei Mille che crea enormi disagi non solo per il parcheggio. A questo punto temiamo che questo intervento, deciso in piena ostilità riguardo ai cittadini residenti, possa essere il preludio per la pedonalizzazione totale della zona“.

Ostia, sosta vietata in piazza Tor San Michele. I residenti: “No all’isola pedonale” (VIDEO) 1
Lo scivolo per disabili da una parte e le strisce dall’altra: nuova segnaletica in piazza Tor San Michele

Un’ultima annotazione la merita la qualità del lavoro: come mostra la foto qui sopra, in un punto della piazza gli operai hanno tracciato le nuove zebre senza tenere conto dello scivolo per i disabili, distante tre-quattro metri, e quindi mettendo in pericolo l’attraversamento per le persone svantaggiate.

L’ASCOM: “LIBERARE LA PIAZZA DALLE AUTO”

La neo-presidente dell’Ascom Confcommercio, Valeria Strappini, con questa nota chiarisce la posizione dei commercianti. ”

Come Associazione dei commercianti siamo in attesa di capire lo svolgimento dei lavori nella zona Piazza di Tor san Michele e Via Rutilio Namaziano .
Ad inizio anno siamo stati convocati dal x municipio insieme al comitato spontaneo residenti di zona per trovare soluzioni circa il degrado e difficoltà da perte dei pedoni a percorrere Via Rutilio Namaziano e Piazza di Tor San Michele .
La volontà è stata quella di dare più respiro alla Piazza alleggerendola dai posti auto e avvantaggiare lo spazio fisico dove in questo momento il distanziamento è la regola .
Andando così ad incentivare una visione internazionale che si può dare a questo territorio di rendere percorribile a piedi le zone centrali di rilevanza storica .
Per andare incontro alle esigenze dei residenti , nelle strade adiacenti sono stati incrementati i posti auto . In Via San Pier Damiani sono stati disposti parcheggi a spina e realizzato un nuovo marciapiede che fino ad ora era inesistente .
In Via Giuliano Da Sangallo la predisposizione di 170 parcheggi .  E’ chiaro che ci aspettiamo un maggior controllo in queste zone per evitare che i parcheggiatori abusivi facciano da padroni , c’è tanto ancora da lavorare ma questa volta che il cambiamento va in meglio ci aspettavamo disponibilità da parte di tutti . Quest’estate molto difficile nel settore del commercio e ristorazione , la possibilità di poter mettere tavoli e sedie all’esterno ha dato una chance a quei locali che ce la stanno facendo con le proprie forze . Hanno lavorato rispettando le regole e con loro anche i clienti che usufruivano solo delle zone esterne per mantenere il distanziamento .Creando così un clima nella Piazza di convivialità e socialità .
Consapevoli che questa Amministrazione Comunale stà rivalutando anche altre zone , auspichiamo ad un continuo dialogo che ci porterà a percorrere una strada che sia utile per il bene comune”.