Al via da Ostia lo screening di massa covid-19 con i medici di famiglia (VIDEO)

Parte dal Centro anziani di via del Sommergibile lo screening di massa con tamponi rapidi per la rilevazione dei pazienti positivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

E‘ partito dal Centro anziani di via del Sommergibile, a Ostia, lo screening di massa con tamponi rapidi che vede in campo i medici di famiglia. Alla prima giornata testati 25 pazienti.

Anche i medici di famiglia, dunque, scendono in campo per il monitoraggio della popolazione attraverso tamponi. Nel pomeriggio di oggi, sabato 14 novembre, il dottor Fabio Valente, già vicecoordinatore regionale delle unità speciali Uscar, ha avviato l’esordio dei medici di medicina generale nello screening di massa annunciato dall’assessorato alla Sanità (leggi qui).

Con questa operazione – spiega il dottor Valente – facciamo uno screening sui nostri pazienti asintomatici che hanno avuto contatti con persone positive, magari anche in ambiente lavorativo o scolastico. In questa maniera possiamo valutare i pazienti che non hanno alcuna sintomatologia che possono però essere positivi, come è successo ad esempio oggi”.

Questo screening di massa – prosegue Valente – ha il merito di ampliare il più possibile la platea dei tamponi e sgravare i drive in dal lavoro che anno, con file lunghissime e con prenotazioni che ormai hanno bisogno di diversi giorni per essere espletate consentendo, così, una valutazione più ampia di quella che è la situazione attuale”.

Va detto che accedono i pazienti dei medici che hanno aderito a questo programma della Regione Lazio – segnala il vicecoordinatore regionale dell’Uscar – Gli interessati chiamano il proprio medico di famiglia e prenotano con specifici giorni e orario prefissato in modo che si evitino assembramenti che possano creare problemi dal punto di vista della sicurezza. Così facendo la situazione è molto tranquilla e assolutamente sotto controllo”.

Lo screening avviene attraverso un esame rapido del tampone laringofaringeo immesso in una macchina automatica messa a disposizione dalla Regione Lazio e certificata dallo Spallanzani. Le operazioni proseguiranno anche domani e nei prossimi giorni.

INTERVISTA di Francesco Ferraro

redazione@canaledieci.it

Covid-19, nuovo boom di contagi nel Lazio. Sono 2.997 i nuovi positivi in 24 ore

 

Potrebbero interessarti