Decimo Municipio: i mercati in autogestione minacciano lo sciopero

Sciopero in vista anche per gli operatori dei mercati in autogestione del Decimo Municipio. Lunedì prossimo potrebbero restare chiusi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Sciopero in vista per i mercati in autogestione. Gli operatori sono sul piede di guerra e hanno organizzato un sit-in in Campidoglio per chiedere la sospensione del canone fisso che devono versare ogni anno nelle casse del Comune di Roma.

Decimo Municipio: mercati in sciopero

Lunedì 28 settembre anche i mercati in autogestione del Decimo Municipio potrebbero restare chiusi.  Gli operatori sono sul piede di guerra e hanno organizzato un sit-in in Campidoglio per chiedere la sospensione del canone fisso che devono versare ogni anno nelle casse del Comune di Roma.

«Il primo semestre la maggior parte dei lavoratori lo ha  pagato nonostante ci sia stato il coronavirus – spiega Valter Papetti presidente delle ‘Associazioni di gestione dei servizi dei mercati’ – ma per la seconda tranche la sindaca Raggi aveva promesso di congelare la quota, cosa che invece non è stata messa nero su bianco. Abbiamo inviato una lettera all’assessore allo sviluppo economico Carlo Cafarotti ma, in sostanza, ci ha risposto che l’impegno è stato preso dalla prima cittadina, come a dire che lui  può farci poco, sebbene ci sia vicino come ha dimostrato in altre occasioni.»

Effettivamente, durante il lockdown i mercati sono stati chiusi e ottenere la sospensione del canone fisso per i titolari dei banchi  sarebbe una bella boccata d’ossigeno.

 

 

Leggi anche: Ostia: rapina all’ufficio postale di Viale del Sommergibile

Ostia: rapina all’ufficio postale di Viale del Sommergibile

Potrebbero interessarti