Riapertura scuole: i pendolari lanciano l’allarme assembramenti sui treni

Troppi assembramenti sui treni. I comitati dei pendolari lanciano l’allarme in vista dell’inizio dell’anno scolastico e chiamano in causa la Regione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Riapertura scuole: «Non piegatevi alla politica delle ordinanze inutili, delle promesse vane e delle briciole sotto il tappeto.» È l’invito che rivolgono i pendolari agli assessori regionali alla mobilità e alla sanità, in occasione della ripresa delle scuole.

Riapertura scuole: i pendolari lanciano l’allarme assembramenti sui treni

I comitati dei pendolari Roma Ostia e Roma Nord, insieme ad altre associazioni di categoria del Lazio, hanno inviato una lettera agli assessori regionali alla mobilità e alla sanità, Mauro Alessandri e Alessio D’Amato, in occasione della riapertura delle scuole. Al centro del documento il tema dei trasporti pubblici.

Riapertura scuole, i Comitati: «non permetteremo che si giochi con la salute dei pendolari.»

«Avevamo proposto  – si legge nella missiva – un aumento delle corse con i mezzi disponibili e recuperabili, oltre all’integrazione dei servizi ferroviari con bus e pullman turistici. Il tutto con l’obiettivo di arrivare a settembre alle stesse corse assicurate fino a febbraio scorso. Speravamo che la Pisana fosse in grado di raccogliere la sfida dell’emergenza sanitaria per migliorare il sistema a cominciare dai collegamenti su ferro. Invece, c’è stato uno sperpero di risorse pubbliche mentre migliaia di lavoratori sono in integrazione salariale, molte linee sono state soppresse, rinunciando anche a controllare e ad incassare i biglietti. Intanto il Presidente della Regione chiede al Governo e al comitato scientifico di non insistere sui distanziamenti a bordo dei mezzi e sulla misurazione della temperatura, accontentandosi dell’invito ad indossare le mascherine. Non permetteremo – concludono i comitati – che si giochi con la salute dei pendolari, che va tutelata come e di più di quella dei frequentatori delle discoteche, tanto cari alle regioni.»

 

Leggi anche: Scuola, Decimo Municipio: parla l’assessore Paoletti

Scuola, Decimo Municipio: parla l’assessore Paoletti

Potrebbero interessarti