Ostia, la denuncia di un genitore: “Hanno cercato di rapire mia figlia”

I carabinieri stanno indagando su un misterioso tentativo di rapimento di due bambine di 9 e 10 anni a Ostia. L’episodio è stato denunciato dal padre di una delle due.
balneari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

I carabinieri stanno indagando su un misterioso tentativo di rapimento di due bambine di 9 e 10 anni a Ostia. L’episodio è stato denunciato dal padre di una delle due. Tre donne, secondo il racconto del papà, forse nomadi, si sarebbero avvicinate al canotto con le quali le bambine si trovavano in mare. Una delle donne avrebbe cercato di trascinare il gonfiabile in direzione della spiaggia libera tenendo anche un neonato in braccio, con l’obiettivo, sostiene l’uomo, di tranquillizzare la figlia e l’amichetta tedesca e indurle a lasciarsi portare lontano dalla vista dei genitori.

Ostia, presunto tentativo di rapimento: denuncia inoltrata ai Carabinieri

“Ero in una spiaggia di Ostia Ponente dove un amico ha preso la cabina. Intorno alle 16,30 mia figlia era in acqua con un’amichetta tedesca. Con mia moglie sul bagnasciuga abbiamo notato che si allontanavano un po’ troppo con il canotto, trascinate verso la vicina spiaggia libera da tre donne, presumibilmente rom, entrate apposta in acqua, con la sola biancheria intima. Tentavano di convincerle a seguirle, prima con un bimbo piccolo come esca, poi con la scusa di un gioco divertente da fare insieme”.

Questo il racconto dell’uomo riferito dall’Adnkronos e riportato nella denuncia ai Carabinieri. Sempre secondo le parole dell’uomo, la figlia avrebbe fiutato il pericolo, allontanandosi rapidamente per raggiungere i genitori.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Castel Romano: slitta lo sgombero del campo nomadi

Potrebbero interessarti