Pista ciclabile a Ostia: esposto in Procura

Non c’è pace per le piste ciclabili della capitale. Dopo il caso di Via Tuscolana, sul quale il Codacons ha già presentato un esposto in Procura, a risultare pericolosa e a rischio sicurezza è la nuova ciclabile realizzata a Ostia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Non c’è pace per le ciclabili della Capitale. Il Codacons mette nel mirino anche la pista ciclabile realizzata a Ostia.

Secondo le denunce dei ciclisti, la pista realizzata ad Ostia rappresenta un potenziale pericolo per la sicurezza degli amanti delle due ruote – spiega l’associazione – In un punto il percorso si immette improvvisamente nel traffico veicolare; in altro un gradino divide in due la pista”.

“Vi sono poi rattoppi improvvisati di bitume sui punti dissestati, mentre i disabili che parcheggiano nei posti a loro dedicati rischiano di scontrarsi con i ciclisti una volta scesi dalla vettura”.

“Anche la pista ciclabile di Via Tuscolana è pericolosa”

“Situazione che si aggiunge alla pista ciclabile di via Tuscolana, che in più punti rappresenta un percorso a ostacoli, e che in alcuni tratti costringe i ciclisti a condividere la carreggiata con auto che sfrecciano a pochi centimetri di distanza”.

“La sindaca Raggi e il M5S, che avevano messo le piste ciclabili tra le priorità del proprio governo, hanno fallito, e ora su tali opere dovrà indagare la Procura, per verificare la correttezza delle opere e dei lavori eseguiti dal Comune”, conclude il Codacons.

Ti potrebbe interessare leggere anche: Pista ciclabile a Ostia: continuano le polemiche

Potrebbero interessarti