Ostia, tenta di strangolare il padre. Denunciato dai carabinieri

L’arrivo dei carabinieri impedisce il tentativo di strangolare il padre da parte di un giovane di 26 anni di Anzio
carabinieri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

In stato di alterazione e al culmine di un accesso d’ira, ha tentato di strangolare il padre, derubandolo del telefono cellulare. L’arrivo dei carabinieri ha messo in fuga il folle che è stato bloccato all’interno di un supermercato dove aveva tentato di nascondersi.

È accaduto in Piazza della Stazione del Lido. Qui un 26enne residente ad Anzio, gravato da precedenti di polizia, ha aggredito il proprio padre di 62 anni, nel corso di una lite scoppiata per futili motivi. Il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha preso al collo il genitore tentando di strangolarlo e lo ha derubato del telefono cellulare.

Alla vista della Radiomobile dei Carabinieri, intervenuti sul posto, il malvivente è scappato cercando di nascondersi all’interno di un supermercato dove è stato scovato e fermato dai militari.

L’uomo, che ai successivi accertamenti è risultato gravato da un foglio di via obbligatorio emesso dal Questore, nel quale gli veniva fatto divieto di ritornare nel territorio del comune di Roma, è stato denunciato in “a piede libero”.

Il padre non si è fatto refertare dal pronto soccorso, evidentemente per non aggravare la situazione del figlio.

Ostia, 19 anni malmena la madre: la polizia la blocca e ne dispone il TSO

Potrebbero interessarti