Ostia, il Pontile si scopre più “mondano”: la maggioranza risponde a Fratelli D’Italia

I 5 Stelle rispondono alla consigliera Mariacristina Masi: “Saranno consentite soltanto manifestazioni istituzionali, sportive, culturali, turistiche, sociali e religiose che non abbiano scopo di lucro”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email

Il Pontile di Ostia potrebbe ospitare manifestazioni istituzionali, sportive, e culturali: è la volontà del Movimento 5 Stelle del Decimo Municipio che ha elaborato e portato in Consiglio una delibera in merito (leggi qui). Durissima era stata la presa di posizione della consigliera di Fratelli D’Italia Mariacristina Masi. “Sin dal primo momento – aveva commentato – l’amministrazione pentastellata ha cercato di boicottare la deliberazione del 2003 che vieta eventi a scopo di lucro sul Pontile al fine di non favorire quella che sarebbe una concorrenza sleale per i commercianti del territorio, dato il luogo di altissimo pregio. Siamo esterrefatti e faremo una dura battaglia in aula per difendere il Pontile”.

Pontile “mondano”, scoppia la polemica: la precisazione dei 5 stelle

Immediata è arrivata la replica del Movimento 5 Stelle. “La nuova deliberazione – si legge in una nota della maggioranza – dirime ogni dubbio: non sarà possibile rilasciare concessioni per qualsiasi tipo di commercio su area pubblica in modo permanente, mentre con la precedente versione ne furono rilasciate diverse, tra le quali la famosa bancarella di abbigliamento che sostava indecorosamente nei week end sulla piazza e recentemente delocalizzata. Saranno pertanto consentite soltanto manifestazioni istituzionali, sportive, culturali, turistiche, sociali e religiose che non abbiano scopo di lucro e per quanto riguarda gli eventi commerciali o promozionali temporali saranno permessi solo dopo un’ attenta valutazione della commissione competente e del Consiglio” – terminano i grillini.

Potrebbero interessarti