Ostia, sulla pista ciclabile le critiche delle associazioni dei ciclisti

Le associazioni di ciclisti del Litorale sono tornate a segnalare tutte le criticità della pista ciclabile di Ostia. La lettera con suggerimenti e rilievi scritta alla sindaca Raggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su email
Loading the player...

Torniamo a parlare della pista ciclabile sul Lungomare di Ostia. Alla vigilia dell’inaugurazione di domani e in seguito all’annuncio di un’altra ciclovia che andrà dalla Colombo a piazzale Mediterraneo, le associazioni di ciclisti del Coordinamento Cittadino per la ciclopedonalità del lungomare hanno inviato una lettera alla sindaca Virginia Raggi, alla presidente del Decimo Municipio Giuliana Di Pillo e al comandante della polizia locale, per segnalare le criticità riscontrate nel percorso.

Ostia,le associazioni dei ciclisti del Litorale scrivono alla sindaca: le perplessità sulla pista ciclabile

Pur apprezzando la lodevole iniziativa – si legge nella missiva firmata dal Coordinamento Cittadino per la ciclopedonalità del lungomare – dobbiamo rilevare alcune carenze nei lavori eseguiti, che si sarebbero potute evitare se fossimo stati consultati.

pista ciclabile

Tra queste, i parcheggi per i disabili lontani dagli ingressi per il mare e non sempre in prossimità di uno scivolo per permettere di salire agevolmente sul marciapiede; gli attraversamenti pedonali poco sicuri per la scarsa visibilità a causa degli stalli delle auto; ma anche la mancanza di segnaletica per regolare la velocità di biciclette e monopattini”, scrivono le associazioni Ostia in bici e il coordinamento per la ciclopedonalità del Lungomare .

Infine, all’altezza di piazzale Magellano, la costante presenza di sabbia proveniente dalla spiaggia libera, visto il marciapiede mancante”.

“Inoltre – aggiunge Ostia in bici – sarebbe opportuno creare dei punti per il carico e lo scarico merci corredati da appositi cartelli e occorre riprogettare completamente il tratto tra via Giuliano da Sangallo e piazza Scipione l’Africano, pericoloso per ciclisti e pedoni”.

Ci auguriamo che in futuro si pensi alla ciclabilità non solo come divertimento, ma come un modo per decongestionare il traffico e l’inquinamento, come ormai fanno in tutte le altre città europee”, conclude Ostia in bici.

Leggi anche: Ostia: in arrivo una seconda pista ciclabile

Ostia: in arrivo una seconda pista ciclabile

Potrebbero interessarti